La citazione del giorno 063 – Torna con lo scudo o sopra di esso

Condividere ti rende migliore

“Questo è il mio scudo
Lo porto con me in battaglia ma non è solo mio.
Protegge mio fratello sulla sinistra.
Protegge la mia città.
Farò in modo che mio fratello sia sempre sotto la sua ombra
e che la mia città sia sempre al riparo di esso.
Morirò con il mio scudo guardando in faccia il nemico.”

Lo scudo ha un grande valore simbolico per gli Spartani. Un proverbio spartano dice: “Torna con lo scudo o sopra di esso” cioè “torna vivo oppure muori con onore”. Lo scrittore americano Steven Pressfield ha scritto “Le porte di fuoco”, un libro sulla famosa battaglia delle Termopili. Questo è un estratto in cui viene spiegato il rapporto tra un soldato spartano e il suo scudo.

Tecnica:

Gli Spartani combattono evitando i duelli uno contro uno. Utilizzano una nuova tecnica di combattimento chiamata falange oplitica.

Ogni soldato viene equipaggiato con un grosso scudo rotondo, un elmo in bronzo che copre la testa e il viso, una corazza metallica che lascia le braccia libere, due proteggi-stinchi, una lancia in legno con punta di ferro e una spada corta.

I soldati si chiamano opliti e si dispongono fianco a fianco formando delle file compatte. In questo modo formano con gli scudi una muraglia umana, dalla quale spuntano solo le lance.

 

 


Condividere ti rende migliore
Back To Top