La vera difesa da coltello non la conosci ancora perché non esiste (come te l’hanno sempre spiegata)

Condividere ti rende migliore

  

Se vuoi imparare a difenderti da coltello devi imparare la scherma corta, il resto sono tutte cazzate. 

Non esiste la difesa da coltello, disarmi ecc, perché se uno afferma il contrario non ha mai fatto sparring di coltello. 

Non ci credi e allora prova, continua a guardare i video dove vedi situazioni spiegate da una distanza dove se non ci fosse cooperazione in realtà la persona rimarrebbe ferita o uccisa. 

Il coltello è un arma insidiosa e a differenza di un colpo a mano nuda non necessita di molto caricamento per affondare in profondità e anche in spazi stretti può tagliare in profondità se la lama ha un buon filo. 

I disarmi, difese, situazioni di stallo e trick vari servono perché funzionano e bisogna impararli anche io li studio con molto interesse e diligenza andò di non lasciare nulla al caso ma come vengono allenate che fa la differenza. 

I disarmi li devi conoscere?. SI perché se ti trovi in quella condizione devi sapere cosa fare senza pensarci e lo fai ma NON È da cercare. 

Uno che ti minaccia con un coltello al collo non è difesa da coltello, devi sapere cosa fare per uscire da quella situazione ma NON È difesa da coltello. Paradossalmente è più semplice perché in realtà ti sta minacciando non ha cercato di colpirti ma di spaventarti.

Se vuoi imparare la “difesa” da coltello devi studiare la scherma corta per capire concetti BASE come la posizione del corpo, delle mani e fondamentale il footwork.
 Non ti stai difendendo da un coltello ma combattendo a mano nuda contro un coltello, devi guadagnarti lo spazio e il tempo per estrarre la tua arma o trovare qualche oggetto, proteggerti con una borsa/zaino, o trovare una posizione di vantaggio come un punto più alto, ecc. ma per fare questo devi imparare:

✔️ le distanza 

✔️ il footwork

✔️ timing

✔️ controllo della posizione del tuo corpo

✔️ il controllo del centro

✔️ il controllo del cerchio

✔️ il principio della deviazione (e non sto parlando del coltello) lavorando in esterno e diagonale 

✔️ la posizione del coltello (la mano che la tiene, impugnatura, posizione, movimento, timing)

✔️ livello di aggressività o intenzione

✔️ ecc.

Perché dico questo? 
Perché non esiste la difesa da coltello ma tecniche per sopravvivere a un attacco di coltello.

Contro un esperto di coltello contro un uomo a mano nuda la realtà è che c’è poco da fare ma come dice uno dei miei maestri Bob Breen se ti alleni diventi più fortunato. 

Quando vedo cosa insegnano di coltello la maggior parte delle scuole di Krav Maga ma non solo penso che fanno un danno incredibile perché quello che fanno vedere non funziona e poco reale. L’approccio al coltello deve essere totalmente diverso e mi rallegro che molti istruttori di Krav Maga seri e professionali se ne stanno rendendo conto. 

Per essere “fortunati” bisogna allenarsi ma con esperti di coltello non chi conosce 4-5 tecniche per vendersi gli stage di cui non conosce neanche il significato biomeccanico e di motricità. 

Se non sai come ALLENARTI difficilmente otterrai il risultato che desideri.

Buon allenamento 
Andrea USOMA


Condividere ti rende migliore