Maestri italiani 004 – Danilo Rossi Lajolo (Padova)

Condividere ti rende migliore

Oggi amici del blog abbiamo l’onore e il piacere di intervistare M ° Danilo Rossi Lajolo di Cossano.

Oggi avete l’opportunità di scoprire il grande lavoro sul coltello tradizionale italiano fatto dal Maestro Lajolo che da molti anni si dedica con passione a riscoprire questa arte perduta.

Lajolo oltre che un formidabile atleta di scherma corta sportiva e di difesa personale è anche l’autore di due libri e di un canale YouTube dove potete visionare alcune splendide rivisitazioni storiche oltre che fantastici match di coltello anche con la famigerata scuola di coltello russa con cui ha stretto ormai da anni una amicizia di stima reciproca.

Il Maestro Lajolo è l’unico maestro d’armi certificati da tutte le principali famiglie di coltello italiane per insegnare le arti marziali tradizionali italiani di Scherma di Coltello Italiana e con il Bastone Italiano (Italian Knife & Stick Tradizione) al di fuori dell’Italia.

Danilo Rossi Lajolo di Cossano è un nobile italiano della casa di Lajolo e il figlio e nipote dei conti Lajolo di Cossano del Piemonte, Italia.

All’età di sei anni ha iniziato lo studio delle arti marziali con il Judo, Karate poi, e poi con le discipline del sud-est asiatico. Dal 2003 è un istruttore certificato di Jeet Kune Do, Kali Arnis Escrima, e Pencak Silat Maltese.

Fin dalla tenera età, quando era ancora un bambino, lo zio lo ha spinto allo studio delle arti regionali delle loro famiglie; Pizzica Pugliese (erroneamente conosciuto come danza
delle spade), scherma di coltello Gitana e Barabba Piemontesi.

Con la sua passione per la cultura italiana, trasmesso a lui dal conte Clemente Lajolo
Cossano, nel corso di un periodo di 15 anni ha studiato le arti marziali tradizionali italiani provenienti da varie regioni in tutta Italia.

Durante questo “viaggio” ha scritto un libro sul suo viaggio nello studio tradizionale sistema di arti marziali italiano le sue famiglie fin da bambino, e lo studio della sistemi di coltello e bastone regionali tradizionali provenienti da tutta Italia.

Il libro intitolato “Sul filo di lama” con il sottotitolo “Alla ricerca della tradizione italiana del coltello” è un libro storico sulla scherma di coltello italiana ed è stato pubblicato in Italia in lingua italiana attraverso Montegrappa Italia il 19 dicembre 2014 e successivamente in inglese, francese e russo.

Nel 2007 ha creato la scuola Calix Academy, con l’obiettivo di studio/ricerca continui e la trasmissione degli stili di combattimento italiani insegnato a lui da Grandi Maestri d’Italia di
varie regioni che nelle loro famiglie custodiscono ancora il patrimonio marziale italiano.

Attualmente il Calix World Academy ha rappresentanti in diversi paesi come Russia, Ucraina, Italia, Australia, Stati Uniti, Spagna e Inghilterra.

La scuola è certificata e riconosciuta dalla Federazione Italiana delle arti marziali, le arti marziali Comitato Olimpico Federazione Italiana, la WTKA, e il CISB.

Danilo Rossi Lajolo di Cossano è anche uno specialista di protezione e esperto di sicurezza che ha protetto esecutivo; Johnny Depp, George Clooney, Viggo Mortensen, Matt Damon, e molti altri. Egli è spesso richiesto come il capo della sicurezza dell’evento per film di Hollywood anteprime e altri speciali eventi che si svolgono in Italia.

Con il suo amico e collega Maestro Giovanni Rapisardi, maestro di scherma, ha sviluppato dispositivi di sicurezza per la pratica della armi corte scherma, sia per il combattimento urbano e allenamento sportivo.


Ma ora andiamo a scoprire più nel dettaglio direttamente nella sua storia marziale con M. Lajolo che come vi ho detto inizia a soli 6 anni la frequentazione delle palestre con il Judo e il Karate, ma da subito grazie anche alla spinta da parte della famiglia , prosegue gli studi con la scherma popolare di coltello e bastone e assieme frequenta i corsi di J.K.d e di Kali e Silat con l’AKEA prima e poi con la FISAM con Maurizio Maltese , approda agli sport da combattimento quali Sanda e shoot Boxing con l’insegnante TONY Ligorio (abbiamo un grande maestro in comune e che amici del blog vi ho già presentato), nel 2001 avvia la scuola Calix con sistemi tradizionali Italiani proseguendo a creare il sistema LKFSYSTEM, attualmente in costante evoluzione. Diplomato e certificato FISAM – CSEN – Calix accademia.

 

✔️ Raccontaci chi sei e di quale arti marziali ti occupi in particolare (quali AM insegni)

Master Lajolo: Mi occupo di esportare la tradizione Italiana con il sistema Lajolo , mi occupo sia di tradizione/folklore che di difesa/attacco da armi , ho insegnato in varie parti del mondo, in Russia per 6 anni con frequenza mensile ho dato il via a far conoscere la nostra realtà tutta italiana, in Ukraina così come in Australia ed America sono stato tra i primi a far conoscere l’arte Marziale nostrana , e farla così apprezzare ad un mondo che sino a pochi anni fa non ne conosceva l’esistenza.

 

✔️ Con che arte marziale hai incominciato, qual’è stato il tuo inizio, un maestro o più maestri che ricordi?.

Master Lajolo: I primi approcci sono stati con il Judo , disciplina che negli anni 70/80 faceva da padrone , poi con Maestri quali Maltese e Ligorio ho instaurato un rapporto di stima ed amicizia reciproca, ma che negli anni si è poi assopita dalla distanza e dal lavoro che continuamente mi ha spinto a numerosi viaggi.

 

✔️Cosa pensi del panorama marziale di oggi e sulle competizioni UFC/ecc.?.

Master Lajolo: Credo che si sia persa la realtà è l’essenza dell’arte stessa , purtroppo le competizioni richiedono regole ben precise ed ingaggi che spesso generano nel conflitto reale Aperture spesso svantaggiose , purtroppo il panorama odierno insegna che essere scoperti è rischioso e spesso per esigenze sportive si trascura la realtà. Passando invece alla parte competitiva ed atletica si ha esattamente il contrario, un rinnovamento fondamentale, lo sport è sicuramente importante ma non va mantenuto isolato .

 

✔️Quando hai deciso di insegnare e combattere?.

Master Lajolo: Esattamente nel 1999 , ho preso coscienza che l’inserimento era parte integrante della mia vita, nel 2001 sono diventato professionista, sicuramente il combattimento fa parte del mio essere e continuo a farlo proprio per mantenere alto il mio standard.

✔️Quante ore dedichi all’allenamento (preparazione atletica e altro, come dividi l’allenamento) e se lo ritieni una cosa imprtante?.

Master Lajolo: Mediamente dalle 6/8 ore al giorno suddivise in preparazione fisica e insegnamento, reputo la cosa fondamentale per essere sempre al top , ritengo assurdi gli istruttori con pance e  flosci, l’arte marziale è un atteggiamento mentale importante e doveroso dunque mantenere un comportamento fisico mentale che meglio insegni a chi si avvicina all’arte , mi sembra assurdo quando vedo pancioni che con difficoltà si muovono …, li più che insegnanti di attività marziali mi sembrano insegnanti da tavola.. 

✔️ Quale metodo utilizzi per insegnare ai tuoi allievi, come programmi le tue lezioni?.

Master Lajolo: Suddivido tra allenamento fisico , tattico / strategico, ed infine grande importanza al mentale, se si affronta un allenamento solo tecnico si rischia di intasare la mente e di non arrivare ad affrontare il combattimento reale con l’atteggiamento idoneo ( stress ecc…).

✔️ Chi sono stati i maestri o personaggi che ti hanno ispirato?.

Master Lajolo: Ma in realtà molti e tutti quelli che hanno fatto della loro passione un lavoro, mi ispirano le persone forti di spirito e con una educazione idonea , l’arte essendo tale richiede non solo talento ma tanta cultura ed informazione.

✔️ Che attrezzature preferisci utilizzare per allenarti e allenare

Master Lajolo: Dipende dal tipo di allenamento, quando lo è mentale, preferisco armi vere per una maggior comprensione della pericolosità, aborro chi utilizza simulacri spacciando per Reale l’allenamento, quando invece affronto una preparazione fisica tattica utilizzo materiali atti al preservare lo studente, tutto ciò che evita danni , ricordo che farsi male in palestra non è da uomini veri ma da malati , se si crea un danno .., cosa accade quando lo stesso mi limita poi nella realtà ?

✔️ Una tua esperienza negativa nelle arti marziali?.

Master Lajolo: Di negativo tutto quello che genera invidie , molti non essendo professionisti, screditano in modo quasi parassitario chi lo è, causando incomprensioni a chi vuole approcciarsi a questa o quella disciplina.

Questo mi rattrista , dovrebbero dedicare il loro tempo nel migliorarsi sia nella comunicazione che nella realtà dell’insegnamento.

 

✔️Quali punti di forza nell’arte marziale che pratichi che vuoi comunicare ai nostri ascoltatori?.

Master Lajolo: Punti fondamentali non c’è ne sono, se si vuole migliorare bisogna comprendere la totalità dell’insieme, una buona scuola si preoccupa di dare un educazione approfondita e globale , dalla comunicazione all’ allenamento al modo di confrontarsi con gli altri , passando anche all’immagine, vestizione, dizione ecc… 

Spesso mi accade di trovarmi io stesso in difficoltà, esempio con l’inglese, ma ahimè il tempo è poco e nel poco tempo cerco di migliorarmi con lezioni private , ma spesso si ci ritrova in piccoli lassi di tempo e con la mente altrove , purtroppo questa è una lacuna su cui lavorare.. 

 

✔️ C’è qualcosa che non ripeteresti nel tuo percorso?.

Master Lajolo: Assolutamente no rifarei tutto, magari con una mentalità più congrua, ma l’esperienza la si fa nel tempo, e questo fugge , non ritorna …

✔️ Oggi quale arte marziale stai praticando più di frequente?.

Master Lajolo: Il mio sistema il Lajolo .

✔️Quale altra arte marziale se avessi il tempo vorresti imparare o vuoi imparare?.

Master Lajolo:  oggi il pancrazio, ma solo per un approccio più profondo della nostra tradizione.

 

✔️ Se dovessi dare un consiglio a una persona che vuole iniziare che cosa gli diresti?.

Master Lajolo: Prima di tutto di guardarsi attorno e di scegliere un insegnante che sia equilibrato, una persona che riesca a comunicare passione , poi ogni disciplina è valida , purché come detto ci sia una persona preparata Fisicamente e Mentalmente.

 

✔️ Una abitudine che consigli di avere a chi pratica arti marziali?.

Master Lajolo: Di non vivere nelle abitudini ma di evolvere continuamente, variando sempre ed adattandosi. 

La realtà è poliedrica, così dovrebbe essere anche l’atteggiamento.

✔️ C’è qualche attrezzatura che usi e che consigli che sia utile?.

Master Lajolo: Tutte quelle che servono per non farsi male.

 

✔️ Il miglior consiglio che hai ricevuto?.

Master Lajolo: Quello di non ascoltare i consigli, ma di vivere la vita da protagonista e non da spettatore. (mi sono reso conto di aver dato un consiglio…..ahahah)

✔️ Se dovessi ripartire domani mattina ripartendo da 0 che cosa faresti?.

Master Lajolo: Tutto quello che la vita mi dona , rinnovando sempre e variando con la stessa passione che metto in tutto ciò che faccio , anche nel rispondere alle domande che mi hai posto …

Grazie Danilo per la tua disponibilità, sicuramente gli amici del blog avranno la curiosità di conoscere più a fondo il sistema Lajolo. E soprattutto grazie per il lavoro che stai facendo sia per quanto riguarda mantenere viva la nostra tradizione di coltello italiana e per la ricerca in quello che è la scherma corta e il combattimento di coltello moderno. In fondo alla pagina lascerò le informazioni per approfondire la tua conoscenza e contattarti per venirti a trovare nella tua scuola o per eventuali stage.

Master Lajolo: Vi ringrazio per il tempo dedicato, e vi esorto a leggere ad informarvi , al ricercare sempre le vostre passioni come se non ci fosse un domani… Auguri per tutto a tutti.

 

Contatti Master Danilo Rossi Lajolo di Cossano ( L.di C. )


Condividere ti rende migliore