Orecchio a cavolfiore, il dibattito è aperto.

Condividere ti rende migliore

L’orecchio a cavolfiore è indiscutibilmente un simbolo portato con fierezza da molti lottatori.

In inglese Cauliflower ear/Perichondral Hematoma, ovvero: “alterazione fibrosclerotica del padiglione auricolare“.

Ma in questo periodo c’è stata una piccola polemica nell’ambiente della lotta perché c’è chi dice che “se non hai le orecchie così hai lottato poco!!“, ma la risposta è arrivata direttamente da un membro della famiglia Gracie.

Rorion Gracie che durante una intervista ad una domanda diretta ha risposto così:

“IO SO COSA FARE!”

La risposta breve e diretta di Rorion Gracie è avvenuta durante l’intervista televisiva dove il giornalista gli chiedeva come mai le sue orecchie non erano a cavolfiore, ha dato dato il via ad un dibattito acceso sui social network.

Rorion ha spiegato che le orecchie a cavolfiore vengono quando ci si trova in situazioni quali, ad esempio, una presa di cravatta e si vuole uscire senza usare la tecnica e cercando di liberarsi dalla presa le cartilagini delle orecchie si possono danneggiare.

Quindi un problema tecnico?.

Non voglio esprimere un giudizio ma penso che non sia solo un problema tecnico.

L’orecchio gonfio, in origine, è stato spesso ritenuto un segno che il praticante era molto inesperto e impulsivo cosa che lo portava a cadere in situazioni quali il triangolo, cravatte o altre situazioni simili dalle quali poi provava ad uscire con impeto e poca tecnica.

Già in passato lo stesso Helio Gracie, in polemica con altri membri della sua famiglia, aveva detto che nella sua famiglia chi aveva le “orecchie scoppiate” non era un buon combattente, mentre altri polemizzavano sul fato che se non avevi le orecchie a cavolfiore non avevi lottato abbastanza e duramente, ecc.


Ora credo che sia esagerato pensare questo perché molti grandi campioni hanno le orecchie a cavolfiore e altri no e credo che sia anche una questione di sensibilità. Le orecchie a cavolfiore in realtà “scoppiano” sopratutto a chi ha le cartilagine delle orecchie dure, chi le ha morbide ha molte meno probabilità che gli vengano come nel mio caso.

Ora ci sono atleti e campioni che hanno le orecchie a cavolfiore e altri no, nella famiglia Gracie lo stesso, quindi ritengo che non sia un tema importante per la qualità della lotta eppure nella comunità del Jiu Jitsu pare sia iniziata una polemica tra i pro e contro ma la cosa più assurda è vedere soprattutto ragazzi alle prime armi, che vogliono sapere come farsele venire.

Ma perché?.

Il Jiu Jitsu ma la lotta in generale non ha nulla a che fare con l’estetica usata come mezzo di appartenenza, intimidazione o ostentazione anzi è stupido che fai sapere che sai fare certe cose molto meglio la sorpresa.

Una pratica di cui sono a conoscenza è quella di sfregare le orecchie dei propri allievi che non le hanno, per fargliele scoppiare.


In Brasile, anche tra chi non pratica Jiu Jitsu, ci sarebbe la moda di farsi scoppiare le orecchie schiacciandosele con le pinze!!! Questo è assurdo.

Pare quindi che molti siamo più interessati alle loro orecchie che a imparare il Jiu Jitsu dove molti praticanti si fanno venire l’orecchio a cavolfiore facendosi strofinare le orecchie sul tatami durante le gradazioni in quello che viene chiamato il “Battesimo del Samurai”.

Ora se tu hai le cartilagini dure il mio consiglio per non farsi venire le orecchie a cavolfiore è usare i paraorecchie o non sfregarle quando si è presi in prese quali ghigliottine, triangoli, cravatte prese al collo in genere.

Provate ad uscire con la tecnica e se non ci riusci batti senza lasciare le orecchie attaccate al Gi del tuo compagno e soprattutto lavora sugli escape, migliora le tue uscite.

A proposito ci sono molti nomi importanti nel mondo delle MMA e della lotta che non hanno le orecchie a cavolfiore come Rickson Gracie, Royler Gracie, Roger Gracie e Xande Riberio, Fedor Emelianenko, Roggan Gracie, ecc.

Good Ear e se devi spaccarti le orecchie “fallo non volutamente”!!.

Andrea

Ps. Un mio maestro ha fatto 82 incontri a contatto pieno, aveva molte cicatrici ma non si è mai rotto il naso, ora perché romperlo apposta?? Impara a non farti rompere poi se trovi uno più forte ok può succedere, ma non spaccarti dal solo senza motivo, preservati amico.

Pss. in caso di infortunio rivolgetii sempre al personale medico specializzato. Lo so che fa figo vedere le scene in palestra dove i compagni di allenamento ti drenano le orecchie ma a meno che si tratti di qualcuno di veramente capace non improvvisare, rischi una infezione. Poichè la parte esterna dell’orecchio è soggetta ad infezione, si prescrivono normalmente degli antobiotici. In fase di trattamento, è sconsigliata la pratica sportiva.


Condividere ti rende migliore