Perché ti devi allenare partendo dalle posizioni di svantaggio

Condividere ti rende migliore


Questo è un allenamento che uso nel Jiu Jitsu o nella lotta in generale e si tratta di partire da posizioni di svantaggio.

Questo è uno spunto per la tua formazione che scoprirai se decidi di ascoltare questo metodo che ti porterà a sentirti a tuoi agio anche in cattive posizioni.

Inizia in situazioni in cui sei più scomodo e poi smonta e spacchetta quelle situazioni, ascolta il peso, la posizione del tuo è del suo corpo, come proteggerti, come tenere il tuo peso, dove senti che spinge e la direzione della sua forza, dove sei bloccato e dove no, ecc.

Quando ho iniziato a lottare, il mio obiettivo era quello di imporre la mia volontà sui miei compagni di allenamento e, infine farli battere. Ma mantenere e raggiungere questo obiettivo ti insegna che solo si ottiene veramente quello che ti serve per fare evolvere il tuo sistema di lotta e che finora alla fine della giornata anche se hai fatto battere tutta la palestra non sempre arriva quel progresso tecnico mentale che ti serve per diventare ancora più forte anche se appaga molto il tuo ego e sicuramente hai il rispetto della tua palestra. Ma..

✔️ Cosa succede quando l’altra persona prende la tua schiena?

✔️ Cosa succede quando l’altra persona prende da dietro il tuo collo?

✔️ Cosa succede quando l’altra persona prende la posizione di mount?

✔️ Cosa succede quando si sono presi dalla vostra zona di comfort?

Te lo voglio spiegare:

Molti istruttori tra i migliori al mondo hanno scoperto che la formazione partendo da posizioni di svantaggio o comunemente detta posizione situazionale o posizionale è un allenamento molto più produttivo di due semplici persone cercano disperatamente di ottenere la loro posizione di vantaggio o situazione più forte. Mentre è importante impegnarsi in questa lotta così, imparina stare bene e a tuo agio anche in posizione  pericolose e in brutte situazioni, questo è ciò che separa i lupi dalle pecore.

La prossima volta che fai sparring di lotta a terra, chiedi al tuo compagno di allenamento di assumere una posizione dominante, in cui si è normalmente molto a disagio. Resta in questa posizione e in questa situazione per un pò, esplorare le opzioni che hai per difenderti e per uscire da questa situazione. Prova a esplorare diverse possibilità.

Se resisti e sostieni quste posizioni di svantaggio, hai appreso cosa funziona e che cosa non funziona. Se migliori la tua posizione di svantaggio oppure esci da questa situazione, oppure spostandoti la tua situazione peggiora ancora di più, hai imparato qualcosa comunque.

A volte imparerai comunque che in quel passaggio da una brutta situazione a una situazione ancora peggiore si può trovare un momento in cui è possibile trasformare questa brutta situazione in una buona situazione per uscire o fare un reverse. Sperimenta, rischia.

Molto spesso per non dire quasi sempre il successo e il fallimento si trovano proprio nelle transizioni momentanee che devi sfruttare, un semplice istante che ti permette di capovolgere la situazione a tuo favore.

Per migliorare veramente e fondamentalmente fare questo “gioco”, devi arrivare a un punto in cui la tua brutta situazione è molto peggiore e molto più spaventosa per il tuo avversario che per voi perché si rende conto della tua tranquillità e con che facilita esci da quella che lui considera una posizione di vantaggio.

Inoltre questo approccio aiuta anche i tuoi compagni di allenamento a che devono lavorare di più per mantenere la loro posizione che devono migliorare per non farti sfuggire.

Ricordate, fondamentali solidi fanno fare delle uscite incredibili, perché devi conoscere alla perfezione gli attacchi e le posizioni per comprendere l’esatto istan in cui si creano le aperture per uscire e ribaltare la situazione. Se si è in grado di sentire l’altra persona è molto più facile che tu puoi sfuggire. Se è possibile sfuggire devi cogliere listante e farlo, la cosa bella nella lotta e che quasi sempre si può sfuggire, ma devi cogliere l’attimo, sentire il momento in cui il peso la posizione la leva ecc hanno un momento morto.

Esplora questo concetto. Non esitate a toccare quando il vostro partner protegge la sua performance e ti mette in leva o ti soffoca, quello che conta è che impari a sentire , ti assicuro che alla fine sarai tu a farli battere, ma tu ora stai lavorando per sentire le uscite, non per farlo battere.

Assicurarti che la persona che si sta allenando con te capisce che si tratta di un esperimento mentale che richiede una certa sensibilità da parte del tuo compagno di allenamento, anzi se possibile dovrebbe insistere a tenere quella posizione, ma essere meno preoccupato a cercare di farti fare tapout, questo ti permette di immergerti completamente nelle vostre possibilità ma anche le sue per capire dove spesso sbaglia.

Prova questo esercizio su base regolare perchè migliora la tua capacità di affrontare le situazioni negative, ma ancora più importante che vi farà sentire più comodo quando durante le competizioni e lo sparring quando ti troverai in quelle situazioni.

Una delle cose che rende così speciale Jiu Jitsu è la sua forma unica di stress, e come qualsiasi altra cosa nella vita, si può passare da una brutta situazione a una situazione molto favorevole e questo lo si interiorizza e ti permette di costruire un carattere flessibile che ti si adatta, improvvisa e adotta un metodo per ribaltare la situazione a tuo vantaggio.

Buon allenamento dalla tua posizione di svantaggio

Andrea USOMA


Condividere ti rende migliore