Shock Knife Training – La corrente sul filo di lama

Condividere ti rende migliore


Uno degli aspetti più difficili da simulare è sicuramente la simulazione del coltello. 
Per quanto ci si possa allenare il gelo che incute una lama vera è una sensazione che fa tremare anche i fighter più preparati.

Di Knife training c’è ne sono di tutti i materiali, forme, dimensioni e colori. Legno, metallo , gomma, con i pennarelli, con nastri verniciati per macchiare, ecc. ma la sostanza è che per allenarsi correttamente bisogna stare attenti a delle caratteristiche che non vanno mai sottovalutate.


L’uso nello Sparring e nello studio tecnico del coltello deve permettere di eseguire disarmi e permettere di avere la giusta rigidezza per questo i professionisti del settore usano coltelli  in alluminio al fine di resistere ad impatti anche da parte dell’altro coltello da allenamento.

Questo tipologia di coltello da allenamento ti permette di avere la percezione di un vero coltello e allenarsi in maniera realistica potendo effettuare disarmi a mano nuda e con coltello.


Sicuramente bisogna prestare attenzione alla rotondità degli spigoli e a proteggere parti sensibili del corpo come occhie genitali ma il fatto che sia di all’uminio e non di gomma porta il livello di attenzione più in “alto”. 

Ps.Non vanno bene coltelli in gomma e di legno con forme che non ricordano il coltello.

Per lo sparring solitamente utilizzo le maschere da scherma cosa molto importante oppure ho dei coltelli in alluminio ricoperti con una gomma molto spessa che permette di allenarsi in sicurezza anche se preferisco la prima soluzione. 

Per le parti come mani uso guanti da hockey e per i gomiti e ginocchia le classiche gomitiere e ginocchiere.

Per i genitali la classica conchiglia.


In questi ultimi anni una delle novità è lo shock Knife, si tratta di un coltello in plastica ma dotato di un sistema che crea un arco elettrico che genera lungo il filo della lama una corrente ad altissimo voltaggio che si attiva alla pressione di un tasto. 

Sito web – http://www.shocknife.com 

L’intensità la si può regolare. Io l’ho utilizzato al massimo perché ero curioso di sentire la sensazione, tranquilli non fa male e non crea bruciatura, la sensazione è quella di una scossa elettrostatica più prolungata.  


In Italia è vietato ma ho avuto la possibilità di provarlo in Svizzera.
Il coltello se non attivato è un buon coltello da training anche se il manico è un po’ ingombrante per via della batteria e il bilanciamento non è ideale però può anche essere usato senza la sua funzione anche se non ha senso utilizzarlo così.


Ho provato la sensazione mettendo il livello al massimo, la sensazione è quella di una scossa è istintivamente ti viene da retrarre il braccio. 

In questa modalità la batteria non dura moltissimo.

Provando a fare sparring onestamente non vedo un gran vantaggio rispetto ai classici coltelli in alluminio, se vieni toccato lo sai e non ha senso mentire a te stesso però utile per vedere la risposta neuro muscolare.

Il corpo scatta per la scossa!!!!

Lo shock Knife l’ho trovato valido utilizzato durante prese e controlli perché se sentì la scossa vuol dire che in realtà ti avrebbe toccato il filo della lama. Eventualmente puoi ovviare a questo colorando di vernice la lama del coltello in allumino però la reazione come risposta neuro muscolare quando sei a contatto con la scarica elettrica della lama è simile alla risposta del taglio ed è interessante vedere questo lavoro.


Un oggetto curioso e da provare anche se sinceramente lo trovo poco utile al fine di migliorare realmente, può essere usato come attrezzo da aggiungere al proprio set di coltelli da training per fare esercizi specifici ma rimane comunque una bella idea. 



Il prezzo per questi coltelli non è dei più economici intorno ai 350 euro, anche se si prendono le coppie si ha un leggero risparmio.

Se hai soldi da investire in attrezzatura può essere un valido investimento per fare dei test nella tua palestra. La tecnologia può aiutare e si evita di sporcarsi di pennarello rosso anche se ha un forte impatto vedere il numero di tagli che si possono ricevere quando ti guardi allo specchio.


Ps. Se puoi e se riesci non farti mai “colorare”, non sei un foglio di carta. Devi allenarti sempre con l’obbiettivo che non devi mai essere toccato, perche questa è il corretto approccio anche se si tratta di un allenamento. 

Ricordati che combatti per come ti alleni. Sicuramente in allenamento devi sperimentare e provare e molte volte sbaglierai però deve essere un lavoro consapevole, se stai facendo sparring non devi provare devi finire l’allenamento o 1-0 per te o 0-0 , perché 1-1 di Knife fighting non va bene, peggio ancora 0-1. 



Sicuramente un attrezzo da avere per fare dei test e un certo tipo di lavoro legato al contatto con il filo della lama durante le manipolazioni ma comunque riservato a istruttori e allievi avanzati.

Andrea USOMA 


Condividere ti rende migliore