Le bibite gasate e zero non sono adatte per i fighter

Le bibite gasate e zero non sono adatte per i fighter. Spesso tra gli sportivi e i fighter non è la prima volta che si sente dire da un allenatore o un compagno di allenamento, se proprio vuoi bere una bibita dolce prendi sempre le zero.

Cazzate!!

Ps. Te lo dico per esperienza diretta perchè purtroppo sono un bevitore di bibite gasate, anche se da qualche tempo le ho eliminate totalmente, ma so di che cosa parlo e degli effetti che hanno sulla forma fisica, l’effetto l’ho sempre tamponato per le lunghe sessioni di allenamento ma la differenza di calo di peso in pochi giorni a pari allenamento e alimentazione è incredibile.

Perchè ti dico questo?.

Sempre più  spesso si vedono le persone scegliere light e zero soprattutto per non ingrassare ma i risultati parlano chiaro: le bibite dolcificate fanno ingrassare, nonostante le zero calorie.

E’ una scena classica, i miei amici a dieta evitano di ordinare una birra e si rassegnano a una Coca light. La verità è che pranzo o cena, aperitivo o merenda, niente succhi, niente bibite zuccherate, e – per carità – niente vino solo acqua, ma la tentazione di una bibita zero c’è e la pubblicità è potente, le targhette nutrizionali sono potenti, leggi zero, zero, zero, cavolo che figata e invece NO! , perchè se proprio bene l’aspartame non fa, almeno non a grosse dosi, si sa anche che fa ingrassare.

Perché?

Le ragioni variano da dolcificante a dolcificante. Come hanno ipotizzato diversi studi negli ultimi anni, (l’ultimo è della American Diabetes Association’s) si sospetta che quel “finto” dolce inganni non solo il palato ma anche il cervello ma quando assumiamo qualcosa di dolce il nostro corpo si aspetta calorie che in realtà non arrivano. Come reazione, il metabolismo converte in grasso lo zucchero già in circolo, convinto che le calorie necessarie a darci energia siano appena state immesse.

Di conseguenza poi, hai più fame e più volte al giorno e converti lo zucchero che hai in corpo in grasso.

Esiste anche un’altra teoria che riguarda l’aspetto psicologico dove siccome pensi di aver evitato calorie, sei inconsapevolmente più tollerante (una sorta di giustificazione) a mangiare qualcosa in più.

Ora, forse non sai che l’aspartame viene a volta aggiunto alla dieta dei maiali per massimizzare l’assorbimento di tutto quello che mangiano, con il risultato di velocizzare la crescita della massa grassa.

Se poi l’Efsa ha dichiarato che è difficile assumerne dosi che danneggiano la nostra salute, mi sembra comunque una ragione in più per evitare di assumerlo.

Tu potrai  comunque dire:“ma se non ha calorie, come fa a farmi ingrassare?”

Lo so che questa è la domanda che ti fai di solito quando usi dolcificanti artificiali nel caffè o naturali senza calorie, i dolci senza zucchero o le bibite zero o light perché sicuramente ha sentito dire che fanno ingrassare è le ritenevi l’unica speranza di sentire qualcosa di dolce nella tua dieta, così come farsi dieci caffè per farsi passare la fame.

Eppure è così nonsotante il forte marketing a zero calorie, ma i dolcificanti fanno ingrassare, sia che siano dolcificanti artificiali che dolcificanti naturali.


Ora come hai capito le ragioni sono molte ma voglio ricordartene tre in particolare:

  • Come hanno ipotizzato diversi studi negli ultimi anni, (l’ultimo è della American Diabetes Association’s) si sospetta che quel “finto” dolce inganni non solo il palato ma anche il cervello ma quando assumiamo qualcosa di dolce il nostro corpo si aspetta calorie che in realtà non arrivano. Come reazione, il metabolismo converte in grasso lo zucchero già in circolo, convinto che le calorie necessarie a darci energia siano appena state immesse.

 

  • I dolcificanti a zero calorie possono causare disturbi metabolici: ogni sapore dolce corrisponde a una variazione della glicemia, che corrisponde a sua volta a una variazione di insulina, insomma, deve dare qualcosa in termini di glucidi, quello che il corpo si aspetta. Nel momento in cui diamo qualcosa di dolce che corrisponde a zero potere nutritivo e a zero potere glucidico, il corpo viene “ingannato” e alcuni ricercatori hanno scoperto che tutti i dolcificanti a zero calorie causano un’alterazione del senso della fame, un aumento della fame nervosa e in particolar modo della fame di zuccheri, spingendoci a cercare il dolce anche quando non ne abbiamo bisogno, addirittura falsando il senso del gusto. Questo accade anche con la stevia.

 

  • Il fattore psicologico: più ricorri al dolcificante, più ti senti autorizzato a prendere quelle calorie da qualche altra parte, un piatto un pò più abbondante, una scappatella alla regola.
Qual è la soluzione?

Se leggi il blog sai che i miei post tendono a risolvere problemi e non a creare dubbi, quindi quello che devi fare è bere acqua! Lo so che è scontato ma non è solo quello devi gradualmente eliminare tutto quello che mangi di zuccherato compreso il caffè e il cappuccino.

Ora se non lo hai mai fatto non lo puoi sapere ma personalemente dopo aver evitato di assumere zuccheri per settimane come bibite, dolci , ecc. quello che succede è un cambiamento del senso del gusto per le cose dolci che appaiono subito nauseanti e eccessivaente dolci.

I dolci di cui hai bisogno lì puoi trovare nella frutta naturale senza bombardarti di zuccheri raffinati o finti.

 

Il risultato? Oltre una perdita di peso, minore stanchezza, più attenzione ed energia, ti accorgerai che molti alimenti che mangiavi prima con leggerezza iniziano a farti “schifo” perchè troppo dolci, come le bibite gasate, il gelato gigante che prendevi vicino a casa, i dolci confezionati, ecc.

Un sacco di cose che abitualmente mangi diventanoall’improvviso troppo dolci.

La soluzione è ridurre al minimo i dolci, evita di  drogarti di zuccheri ogni volta che ne  senti il bisogno, limitati a bere acqua e mangia solo del cioccolato fondente, e soprattutto la frutta.

Te lo dico per eseprienza!!

Andrea

Ps. Se proprio vuoi bere qualcosa ti consiglio questa “bibita”!!

 

 

La pillola del giorno 050 – I carboidrati che ti servono per allenarti!.

Ora voglio fare una semplice parentesi sull’uso dei carboidrati perché il problema è che vedo con i nuovi fighter la loro mancanza di disponibilità a mangiare carboidrati.

Per qualche motivo, la gente ha questa idea che mangiare carboidrati porta a mettere su grasso oppure altre persone credono che sostituire i carboidrati con le proteine ​​per concentrarsi sulla costruzione del muscolo.

Il semplice fatto della questione è che ognuno ha bisogno di carboidrati che ti piaccia o non ti piaccia non devi eslcuderli dalla tua dieta.

L’importanza dei carboidrati per combattere.

Se si studia la piramide alimentare, si vedrà che i carboidrati sono la parte più grande, più importante strato di cibo in fondo. Il motivo per cui hai bisogno di carboidrati è per l’energia. Anche se non sei un fighter e non combatti, avrai comunque bisogno di carboidrati per sopravvivere. Non c’è modo per farlo. Se fai sport da combattimento hai bisogno di aumentare l’assunzione di carboidrati o altrimenti il ​​corpo morirà di fame che significa che non avrai energie per sostenere gli allenamenti.

Carboidrati VS Grasso

I Carboidrati non sempre sono uguali. Buoni carboidrati ti danno energia, carboidrati cattivi ti danno GRASSO! . Se stai consumando carboidrati e non funzionano e non hanno un elevato metabolismo, creerai grasso. Se si tratta di sport e di allenamento, i carboidrati verranno definitivamente utilizzati. I combattenti di professionisti consumano circa 7.000 calorie al giorno e li bruciano facilmente!

 

 

Il metabolismo dei carboidrati non è uguale per tutti, ciascuno di noi eredita dai propri genitori le proprie caratteristiche, basti pensare al colore degli occhi, ai capelli, all’ovale del viso. Queste caratteristiche sono scritte nel nostro DNA e il DNA di ciascuno di noi è unico.

Tuttavia ereditiamo anche caratteristiche che non si vedono: ad esempio, il modo in cui metabolizziamo i carboidrati, i grassi, l’intolleranza al lattosio, etc.

Impara a conoscerti

Ok ma come faccio a conoscere queste caratteristiche?

Basta un campione di saliva. Si hai capito bene, la scienza ti aiuta. Oggi con le più avanzate tecniche di ricerca è possibile analizzare il DNA, o meglio alcuni punti sul DNA, che influenzano il modo in cui metabolizzi i nutrienti: così facendo, è possibile fare un piano nutrizionale personalizzato, evitando i cibi che ti fanno male o oche il tuo corpo tollera meno. Un piano alimentare che considera come sei oggi, ma anche le tue predisposizioni.

Quando devi mangiare i carboidrati?. Non alla sera a mezzanotte con una bella spaghettata!!

Tempi più importanti della giornata per consumare carboidrati:

  • Quando si sveglia – la colazione è il pasto più importante della giornata! Rendilo grande, mangia moltissimo, e poi mangia meno durante il giorno in modo da non essere pesante dal cibo e avere uno stato di “coma alimentare” e sentirti pigro durante la giornata.
  • Prima di un allenamento – è sicuramente energia prima di un allenamento, quindi assicurati di mangiare prima di iniziare l’allenamento 2 ore prima.
  • Dopo un allenamento – il tuo corpo morirà di fame dopo un allenamento e inizierà subito la “modalità di riposo”, quando inizia a prendere nutrienti per iniziare a mettere insieme il tuo corpo e ricostruire il tuo corpo ei muscoli per diventare migliori di prima.

 

Ho mantenuto l’articolo il più semplice possibile. L’assunzione di carboidrati dipende da quanto seriamente ti alleni ogni giorno. Il mio consiglio aggiingili lentamente e se continui a sentirti affamato, mangiare di più. Se ti senti appesantito, mangia meno.

ATTENZIONE!! Se mangi la pasta non significa condimenti senza fine!!

Per quanto riguarda le persone che vogliono chiedermi un parere su proteine ​​VS carboidrati, gli dico subito che questa non è una dieta da bodybuilder. Questa è una dieta per un FIGHTER. Il punto è che dovrai mangiare come un combattente se vuoi diventarlo.

La dieta di un fighter ha delle complessità diverse che un bodybulider dove l’aumento di peso è un “vantaggio” prima del periodo di scarico per asciugarsi mentre un fighter deve rimanere nel suo peso senza mettere grasso o liquidi in eccesso e avere una percentuale di massa magra predominante.

Entrambi affrontano diete  e alimentazioni complesse ma con obiettivi differenti e in qualche modo è più complesso per un fighter dove anche i carichi di lavoro sono meno controllabili per via della varietà delle tipologie di allenamento che ogni giorno deve affrontare.

Sperimenta e ascolta il tuo corpo!.

Andrea

La pillola del giorno 049 – Qual’è il modo più veloce per perdere peso nella arti marziali?

Qual’è il modo più veloce per perdere peso nella arti marziali?

Sempre e solo uno: mangiare bene.

Capita che per moda o per il consiglio di un amico alcune persone iniziano a praticare sport da combattimento o le arti marziali per la perdita di peso.

Un’arte che usa spesso questa forma di marketing è il Jiu Jitsu ma anche la Muay Thai in questi anni è stata “venduta” come un metodo efficace per perdere peso.

Ps. Questa cosa non mi piace! anche se capisco che può essere una bugia a fin di bene, non può essere solo questa la motivazioni e se non è associata a un regime alimentare corretto non è assolutamente vero.

Così capita che vengono chieste più domande del tipo:

  • Ma come faccio a perdere peso?
  • Come faccio a perdere peso velocemente?”
  • Ma davvero mi fa dimagrire?.
  • ecc.

che domande su che cosa è l’arte che stai per andare a praticare, che tipo di allenamenti si fanno, che attrezzatura ti serve, ecc.

Nooooooooo!!! Assurdo questo.

Ps. Voglio essere sincero, quando mi sono iscritto in palestra volevo mettermi in forma (in realtà lo ero già ma sai le fissazioni e l’autolesionismo), perchè praticavo molto sport ed ero rimasto fermo alcuni mesi, così mi sono iscritto in un buco di palestra di arti marziali vicino a casa, peccato che non sapevo che era la migliore palestra della mia città, peccato che non sapevo che sarebbe nata questa incredibile passione. 

Come per la maggior parte delle cose nella vita.. :

  • Se sei una persona con un buon metabolismo e sei appena fuori forma, è abbastanza facile perdere peso, così ti basta lavorare regolarmente in palestra (almeno 2-3 volte alla settimana) e già questo senza cambiare la tua dieta aumenterà la tua massa magra e ridurrà non il tuo peso ma tonificandolo il tuo aspetto migliorerà e anche in fretta.
  • Se sei una persona con un basso metabolismo e normalmente cammina intorno a un peso al limite dell’obeso, devi mangiare bene. Quindi 5-6 piatti più piccoli al giorno sicuramente aumenta il metabolismo ma a meno che tu creda nelle storie di miracolati, quello che fa la dofferenza sono le abitudini alimentari corrette, fanno più differenza che lavorare come un pazzo in palestra. Ho avuto amici che hanno avuto un calo di 20kg in soli 2 mesi ma se parli con persone di esperienza tutti ti diranno che il modo di mangiare influiva al 70% della perdita di peso. Tutti suggerivano la stessa dieta: mangiare più piccoli pasti 5-6 volte al giorno.

Ora 5-6 piccoli pasti sai che cosa significa vero?. No zucchero, No pasta, No dolci, No.. ecc. Significa mangiare pulito

La dieta del fighter è praticamente uguale a qualsiasi altro atleta serio. I corridori, i praticanti di fitness, i pugili e molti altri atleti di sport da combattimento hanno tutte diete simili. Non è niente di nuovo e sconosciuto ma vi voglio comunque fornire qualche spunto.

Alcuni spunti:

  • Carne bianca – Solo carne bianca. È più facile per il tuo corpo da digerire e processa più velocemente attraverso il tuo corpo le proteine senza appesantirti. Esempi di carni bianche sono pollo, tacchino e pesce. Divertente come la carne bianca succeda essere animali magri che possono volare o muoversi velocemente? La carne rossa devi evitarla se è possibile come per esempio carne di vitello o maiale.
  • Proteine al siero del latte o di soia ​​- Oltre alla carne, alle uova, al tonno, al burro di arachidi e al latte, sono un’ottima fonte di proteine ​​pura. Ricordati che pratichi arti marziali e sport da combattimento e non sei un culturista e un sollevatore di pesi, quindi non cercare di essere come un bodybuilder di finire 2 barattoli di proteine gainer al mese. Non fa nulla per te questo approccio.
  • Frutta e verdura – Tutti hanno bisogno di vitamine, è necessario essere una persona sana in generale. Mangia una grande varietà di frutta e verdura. Ricorda quanto più vari è meglio è. Io personalmente mi sono preso un estrattore che così è più semplice “mangiare” frutta e verdura in abbondanza
  • Riso bianco basmati – devi usarlo al posto del pane e devi lavarlo per togliere l’amido. Poco olio e poco sale. Visto che dovrai cucinarlo spesso un mio consiglio e acquista una pentola cuoci riso che ti semplifica il lavoro e nel frattempo puoi fare altro.
  • Liquidi – Acqua, solo acqua! 2 litri al giorno è il minimo per tutti in generale. Ma puoi arrivare anche a 4 se ti stai allenando duramente oppure è estate o ti alleni ai Caraibi, telo dico per esperienza. Ancora una volta, questo è un minimo, se puoi bere di più, fallo. Niente alcol e niente zuccheri, ti rallenta, ti ingrasserà e ti rende gli organi più fragili e sensibili.
  • Grassi – niente zuccheri o cibi spazzatura. Per quanto riguarda il tuo grasso corporeo, questo ha più a che fare con la tua genetica di qualsiasi altra cosa. Ogni persona ha un suo metabolismo e se hai un corpo che costruisce facilmente grassi devi stare lontanissimo dai cibi non salutari per almeno sei giorni alla settimana. Un solo giorno puoi sgarrare un pasto ed è giusto per godersi il nostro buon cibo italico una volta alla settimana, poiché gli allenamenti sono molto duri e bruciano velocemente il grasso e non farà differenza a meno che non ti stai allenamento per un campionato del mondo, il tuo allenatore non saprà del gelato o della fetta di torta che hai mangiato. Attenzione un pasto alla settimana e non vuol dire abbuffarsi ma mangiare quello che ti piace.
  • Integratori – Le pillole e sostanze create in laboratorio non sono naturali. Come avrai capito non sono un cultore degli integratori, non saranno mai in grado di fornire lo stesso livello di nutrienti che ottiene dal mangiare cibo reale. Chiaro che ti vengono vendute diversamente ma solo perché hai mangiato una pillola da 100 mg di vitamina C non significa che il tuo corpo in realtà assorbe tutto. Il tuo corpo può solo assorbire una certa quantità di nutrienti alla volta e il resto viene “buttato”. Basta seguire una dieta normale e attenersi alle verdure di stagione per avere tutto quello che ti serve. Se puoi dimentica tutti quei supplmenti, non diventare schiavo di queste pillole, se bastasse avere tutti i nutrienti dalle pillole ormai tutti mangiavamo pillole e non cibo. E’ qualcosa di comodo ma usale solo se necessario. Verifica i tuoi valori non stare a inventare nulla.

Sono solo piccoli consigli ma devi iniziare a comprendere che l’alimentazione è un aspetto fondamentale dell’allenamento, non è una cosa a parte, è la fonte di energia per recuperare e affrontare gli allenamenti successivi.

Una cosa importante che devi sentire è se con la alimentazione e le ore di riposo che fai riesci ogni giorno a sostenere l’allenamento programmato. Il recupero è qualcosa di molto importante.

Una dieta adatta a chi pratica sport da combattimento NON è un segreto, ma non voglio fornirti una vera dieta perché utilizzando i principi di una sana alimentazione, potrai creare una dieta sana da “incastrare” ed adattare alle tue abitudini di vita, dieta e allenamento!

La dieta “comune”:

  • 5-6 piccoli pasti al giorno, ogni 2-3 ore.
  • Bevi acqua fino a quando l’urina non è chiara (o giallo chiaro).
  • Mangia un pasto grande per la prima colazione e altre 2 ore prima del tuo allenamento.
  • Mangia prima di avere fame e fermarsi prima di essere pieno.
  • I buoni carboidrati sono con bassi carboidrati, le proteine ​​buone sono con carni bianche + noci, i grassi buoni sono grassi mono e poli (frutta con guscio, pesce, olio d’oliva).
  • Le diete bilanciate rendono superflui i supplementi, l’uso di integratori.
  • Bilancia i nutrienti (carboidrati / proteine ​​/ grassi) e limita l’assunzione calorica.
  • Se hai bisogno di mangiare meno, fallo senza morire di fame ti devi allenare.
  • Se hai bisogno di mangiare di più, farlo senza mangiare troppo, controlla il tuo peso.
  • La tua dieta deve adattarsi alle tue esigenze, e non il contrario.

Buon allenamento!!

Andrea

La pillola del giorno 048 – Allenamenti intensi?. Recupera con questi 3 integratori.


Come sai non sono un trainer a cui piace diffondere l’uso e l’abuso di supplementi per fare sport da combattimento e ancora meno nella lotta perché trovo che spesso ci sia un abuso anche da parte di chi non pratica a certi livelli o sostiene sessioni di allenamento intenso da richiedere un supporto con supplementi alimentari con integratori.

Quindi gli integratori di cui ti parlo oggi hanno un focus preciso, tutto sul RECUPERO.

Chiunque si allena sa che il recupero è una delle chiave del successo.

Avere un corretto recupero tra un allenamento all’altro “completo” equivale a una capacità di allenamento maggiore e questo è valido per qualsiasi tipo di formazione sportiva.

Una allenamento efficiente e “duro” lo puoi solo affrontare se tra una sessione e l’altra sei riuscito a recuperare i giusti livelli energetici e funzionali.

Il recupero ti aiuterà ad avere la forza, il condizionamento, la velocità e tutti gli altri attributi necessari per aumentare le prestazioni in allenamento che si traducono in una migliore performance in gara o durante lo sparring con i tuoi compagni di allenamento

Questi sono i 3 integratori che devi usare per aiutare il tuo recupero:

 

1. Proteine al siero del latte con BCAA.

Ti aiuta nel recupero. A meno che tu non abbia vissuto in un bunker negli ultimi anni hai sicuramente sentito e visto negli scaffali di negozi specializzati nello sport i bidoni di proteine e magari hai anche sentito parlare dei benefici della proteina del siero di latte.

È una proteina così rapida e facilmente digeribile che è un integratore perfetto da utilizzare in diversi punti durante il giorno, soprattutto dopo l’allenamento.

Il tuo corpo è una spugna dopo l’allenamento e ha bisogno di proteine e carboidrati vitali per ricostituire e ricostruire.

La proteina del siero di latte è la tua risposta per la fase di ri costruzione e recupero muscolare.

Ps. Io personalmente ti consiglio di provare le proteine di soia con BCAA.

 

2. Omega. 3 

I semi di canapa sono la mia fonte preferita per gli acidi grassi omega 3.

Anche se non sono supplementi forniti sotto forma di integratori (preferisco che usi  sul cibo reale, sono anche meglio di supps), salmone, olio d’oliva, avocado, mandorle sono tutte fonti di acidi grassi.

Proteggono contro l’infiammazione, qualcosa che i corpi degli atleti che combattono ogni giorno tra le sedute sul mat sono importanti.

I semi di canapa sono facili da mettere nelle tue pietanze , yogurt, insalate per aggiungere omeghe e sono una proteina sorprendentemente buona e completa nella vostra dieta. Si tratta di recupero!

 

3. ZMA. Zinc Magnesium Aspartate.


Questo integratore è in forma di capsula ed è un supplemento che più ti consiglio per aumentare il testosterone naturale.

I test dimostrano che aiutano ad avere un recupero migliore e più veloce;

Questo è il motivo per cui molti atleti professionisti utilizzano molto qusato integratore anche in versioni sintetiche, hanno bisogno di recuperare tra un allenamento duro in modo da poter svolgere un’adeguata formazione il giorno dopo.

Lo ZMA è una toccasana e in più completamente naturale, ed è stato dimostrato che aumenta la fase di sonno REM, o il sonno paradossale, un sonno profondo, sognante e riposante.

Ti sveglierai al top!!
Lo ZMA è la combinazione brevettata di Zinco, Mangesio Aspartato e Vitamina B6, i cui benefici sono supportati da solide prove cliniche.

Lo ZMA aumenta i livelli degli Ormoni Anabolici ed è utile assumere Integratori. Testosterone e l’IGF-1, che a volte risultano essere più bassi negli atleti sottoposti a regimi di allenamento particolarmente intensi e di potenza, sono regolati attraverso gli Integratori di ZMA.

Il Testosterone è l’ormone anabolico per eccellenza e ha un ritmo circannuale, con un picco durante la primavera e un ciclo circadiano che vede due momenti: le 6.00 del mattino e le 17.30, orario che appare il più adatto per i livelli prestativi e anche per il workout.

Il Testosterone ha un picco massimo fra i 20 e i 30 anni, poi inizia gradualmente a diminuire, registrando un maggiore calo dopo i 45 anni di età.

Lo Zinco

Lo Zinco è essenziale per svolgere numerose reazioni chimiche nel corpo, tra cui la Sintesi Proteica e la sintesi di energia cellulare.

Lo ZMA fa Male? Funziona? Gli Integratori di ZMA controindicazioni o effetti collaterali?

Lo ZMA Funziona davvero ma ma risposta alle altre domande è No

All’interno del Sistema Immunitario, lo Zinco regola la produzione delle cellule T e aiuta anche ad offrire una protezione fondamentale per il fegato, sostiene la salute della prostata, ed è essenziale per il mantenimento della salute degli organi riproduttivi.

Il Magnesio

Circa il 60% del Magnesio presente nell’organismo è nei muscoli, il 26% nei muscoli e il restante nei tessuti molli, in prevalenza nei liquidi intracellulari.

Le ricerche tossicologiche confermano che il Magnesio non presenta una particolare tossicità e possiede una notevole sicurezza d’uso. Solitamente il Magnesio in eccesso non depositato nelle ossa o non trattenuto nei tessuti è espulso con le urine.

Il Magnesio è essenziale per il funzionamento del cuore, la formazione ciclica di ATP, l’attivazione di Aminoacidi e per la sintesi di Acido Nucleico.

E’ anche essenziale per l’equilibrio critico di Sodio e Potassio all’interno delle nostre cellule.

ZMA e competizioni agonistiche.

Gli Integratori di ZMA non sono vietati dalle associazioni sportive proprio perché stimolano naturalmente il Testosterone, non essendo quindi sostanze dopanti.

Glo integratori di ZMA comportano tutta una serie di benefici in tutto l’organismo.

Un consiglio, usa questi tre integratori solo se senti che non recuperi correttamente tra un allenamento e l’altro e senza abusarne, non diventare schiavo degli integratori.

Usali nei periodi in cui ti sentì più scarico, ma sempre con moderazione.

Andrea

La pillola del giorno 047 – 4 cibi che devi portare nella tua borsa durante i tornei di Jiu Jitsu

Quello che sto per dirti può sembrare abbastanza ovvio, ma se vuoi competere ad alto livello non puoi saltare il pasto nel giorni del torneo.

Il problema è che mangiare il cibo sbagliato può fare diminuire di molto le tue performance.

Ps. Il mio consiglio è di provare a mangiare questi cibi prima di qualche allenamento intenso di sparring per vedere come reagisce il tuo fisico, non ha senso testare questi alimenti il giorno della gare, se qualcosa va storto o ti viene mal di pancia o sei intollerante non va bene.

Purtroppo la tensione, l’incertezza, lo stress, l’adrenalina che ti accompagna quando gareggi in un torneo contribuiscono, soprattutto se non sei abituato a non mangiare durante la  giornata del torneo.

Questo non va bene, rischi di avere degli importanti cali energetici che influiscono molto sulle tue performance.

Se vuoi avere le giuste energie durante le gare, porta con te questi quattro alimenti:

 

1. Frutta fresca e Frutta secca.

Niente è meglio dello zucchero e della fibra contenuta nella frutta fresca. Nel giorno del torneo è veloce e facile da mangiare e ti dà un lento rilascio di energia, quindi non un picco.

La frutta secca è spettacolare e ha un sacco di fibre. Basta assicurarsi di prendere quella con poco o nessun zucchero aggiunto, o addirittura meglio, sciroppo di canna invece di zucchero.

 

2. Noci e Mandorle.

 

Le noci si accoppiano bene con la frutta secca, e ti forniranno una importante energia . Le noci come le mandorle sono ricche di sostanze nutritive: omega che combattono l’infiammazione, antiossidanti, proteine e magnesio.

 

3. Proteine in barre e in polvere.

Raccomando raramente le barre di proteine, ma nel giorno del torneo sono accettabili.

Sono cariche di proteine, carboidrati, e lo zucchero che ti consumerai in abbondanza durante la giornata tra le gare quindi è un modo per reintegrare velocemente.

C’è una scelta enorme oggi di proteine, quindi leggi bene le etichette degli ingredienti e i livelli nutrizione per fare la scelta giusta.

La polvere di proteine è facile da trasportare e preparare nell’ agitatore ed è subito pronta per essere usata.

Eventualmente ci sono anche le versioni in barretta anche queste molto semplici da portare e anche qui c’è una scelta enorme in base ai nutrimenti e ai gusti.

Il mio consiglio è di usare le proteine di soia, quindi vegetali.

 

4. Acai.

Lo puoi considerare il frutto “dei lottatori di Brazilian Jiu Jitsu“.

Che cosa sarebbe un torneo di lotta senza acai? Non è un torneo di brasilian Jiu-Jitsu! Questo super cibo originario del Brasile è ben noto in tutte le comunità di BJJ ed è diventato molto diffuso non solo per il suo gusto delizioso, ma anche per i suoi benefici per la salute.

L’Acaí è il frutto della palma Euterpe olerácea, e proviene dalla regione Amazzonica, in Brasile.

È un frutto dall’elevato contenuto proteico e calorico, e di alte percentuali di ferro, consumatissimo in Brasile e venduto negli ultimi anni anche in Europa durante le competizioni più importanti di BJJ come l’Europeo di Lisbona.

La sua popolarità questo frutto la guadagnò già negli anni ’80 grazie a Relson e Rickson Gracie, che oltre alla passione del Brazilian Jiu Jitsu avevano anche quella del surf, ed essendo dei grandi consumatori di Ácaí scoppiò quasi come una moda e questo succo cominciò ad essere venduto in abbondanza nei bar di Rio de Janeiro.

Spesso questo frutto in Brasile viene mescolato con sciroppo di Guaraná o con altra frutta tipo le banane o le fragole, cambiandone il gusto originale, ma rendendolo così molto vario e maggiormente consumato.

Ha una moltitudine di sostanze nutritive, tra cui ferro, calcio, fibra e vitamina A. Oltre a bloccare i radicali liberi dannosi e la lotta contro l’infiammazione, gli studi di laboratorio hanno anche mostrato le sostanze nutritive dell’acai per avere effetti positivi sui disturbi associati allo stress ossidativo e contro l’insorgere di malattie gravi.

Ora sono solo 4 alimenti, quindi non è difficile portarli con te! La sensazione che devi sentire è quella di leggerezza ma una grande carica di energia, se ti senti appesantito c’è qualcosa che non va!!.

Andrea