Ung Moon, la forma dei 5 cancelli.

Ung Moon si traduce in “5 porte o cancelli”. Questa forma inventata da Bruce Lee risale ai primi tempi di abbandono del Kung Fu di Lee.

Attenzione, non è considerato parte del JKD, ma del Jun Fan Gung Fu (1960-66).

Anche se l’insegnamento della Ung Moon è stato abbandonato da Bruce Lee ad un certo punto del suo percorso, Dan Inosanto ha ritenuto che la forma fosse ancora utile per la formazione dei nuovi studenti di Jeet Kune Do, e ancora oggi è inserita nel programma Jun Fan Jeet Kune Do Curriculum / Program dell’Inosanto Academy.

Questa Forma non era destinata ad essere una forma statica, ma un modo per eseguire le quattro difese d’angolo e le combinazioni di base di intrappolamento.

Bruce la utilizzava come forma propedeutica per apprendere i metodi di difesa/offesa simultanei.

Che cosa è la forma Ung Moon?

L’Ung Moon è una forma inventata da Bruce Lee attorno al 1964-1965, durante l’epoca del Jun Fan Gung Fu, quindi prima della fondazione di Jeet Kune Do. Il nome “Ung Moon” significa “5 porte o bariere o cancelli”, in quanto, come concetto primario, insegna ad affrontare gli attacchi da cinque angoli

  • alto a sinistra,
  • in alto a destra,
  • in basso a sinistra,
  • in basso a destra,
  • in centro.

Bruce Lee credeva che le sequenze in questa forma era molto utile per i nuovi studenti per imparare alcune delle mosse fondamentali di Wing Chun, come l’attacco e la difesa simunitanei (Lin Sil Die Dar), le variazioni di Biu Jee (dita a lancia) e alcune opzioni per le colpire con le mani dopo il trapping (cattura).

  • Probabilmente ti stai chiedendo ma Bruce Lee non aveva abbandonato le forme?.
  • Perché devo imparare una forma in un’arte che dovrebbe essere” formless ” senza forma?.
  • Bruce Lee stesso sosteneva che le forme sono modelli morti che non portano alla verità in combattimento, quindi perchè?”

Questo tema può innescare sicuramente una lunga discussione sulla comprensione dell’aspetto “formless” del JKD, ma voglio dirti che la Ung Moon è insegnata nel curriculum Jeet Kune Do per motivi storici, poiché la fondazione di JKD è il Jun Fan Gung Fu, ma anche perché ha ancora valori indiscutibili per i principianti (e non solo) ed è per questo che come ti dicevo prima anche se l’insegnamento della Ung Moon è stato abbandonato da Bruce Lee ad un certo punto ma Dan Inosanto ha ritenuto che la forma fosse ancora utile per la formazione dei nuovi studenti di Jeet Kune Do, e ancora oggi è inserita nel programma Jun Fan Jeet Kune Do Curriculum / Program dell’Inosanto Academy.

L’esecuzione della forma Ung Moon

Nell’ Ung Moon ogni movimento viene eseguita prima con il lato sinistro del corpo e poi con quella destra. Prima di iniziare la sequenza effettiva devi eseguire il Gin Lai (saluto), seguito da Yee Chi Kim Jang Ma (posizione neutrale di Wing Chun) e da Bi Jong (posizione di combattimento) con la giusta distribuzione del peso.

Una particolarità dell’Ung Moon è che l’intera forma viene eseguita dicendo i nomi delle mosse, che è un buon modo per memorizzare i nomi, in realtà e personalmente penso che il fatto di aggiungere l’elemento vocale nella sincronizzazione con le mosse aiuta a costruire fiducia nello studente e come insegnante è possibile valutare l’esecuzione della forma anche dal suono vocale, dal livello di voce e dall’empatia. Lo vedo come un modo per esprimere l’interiorizzazione del movimento riflesso nella decisione nel comunicarlo vocalmente. Non è qualcosa di essenziale ma un metodo che preferisco comunicarti e che puoi usare anche in altri contesti.

La sequenza

Ecco la sequenza. La forma è suddivisa in 5 sezioni (ho messo uno spazio e colori differenti per indicare le sezioni). Sono 16 movimenti (Biu Gee – Boang Sao – Lop Sao) è un prefisso per ciascuna delle mosse che seguono.

Le seguenti parole potrebbero essere scritte in modo diverso (è cinese-cantonese e alcuni lo pronunciano in modo diverso rispetto ad altri, ma la fonetica dovrebbe essere la stessa).

1) Tan Sao Da

2) Biu Sao Da

3) Ha Woang Pak Da

4) Goang Sao Da

5) Ha Pak Da

 

6) Loy Woang Pak Biu Jee

7) Noy Woang PakBiu Jee

8) Noy Biu Jee

9) Loy Biu Jee

10) Toy Sao Biu Jee

 

11) Go Lon Sao Da

12) Lon Sao Da

13) Lon Sao Da: Go, Ha, Go

 

14) Pak Sao, Jik Dum Tek

15) Kow Sao, Juk Tek

 

16) Biu Gee – Boang Sao – Lop Sao:

a) Chung Choy

b) Gua Choy

c) Lau Sing Choy

d) Sut Sao

e) Sot Que

f) Gin Choy

g) Jik Jern (or Dim Jern)

h) Juan Jern

 

Questi sono gli elementi essenziali dietro la forma di Ung Moon. Se sei un praticante di Jeet Kune Do, dovresti imparare questa forma. Non è una forma difficile da imparare, e come per tutte le forme, ottiene il suo valore nella ripetizione, quindi anche quando hai assimilato e interiorizzato questa forma continua a praticarla regolarmente.

Considera che si tratta di uno degli studi di Bruce intermedi prima dell’abbandono totale delle forme quando probabilmente sentiva ancora in se i retaggi del Kung Fu, ma si tratta comunque di un approccio interessante per lo studio di un concetto fondamentale di parata e attacco simultaneo.

Sicuramente da conoscere ed esplorare.

Buona Ung Moon

Andrea

La citazione del giorno 051 – Yip Man


“Non combattere con la forza, assorbila, e falla scorrere, usala”.

Yip Man

La citazione del giorno 046 – Bruce Lee

L’acqua stagnante imputridisce…
Continua a scorrere amico mio, continua a scorrere

Bruce Lee

La pillola del giorno 021 – Gli insegnamenti di Lee.. Bruce Lee

Alcuni insegnamenti di Bruce Lee che voglio che tu legga che parlano di arti marziali e vita. Le arti marziali non sono solo combattimento spesso racchiudono in se molte riflessioni perchè sono una delle forme artistiche umane che ti mettono più a nudo con te stesso, perchè non puoi bleffare, il combattimento è qualcosa che porta all’essenziale e a uno stato primordiale l’uomo.

Bruce Lee è stato molto attento non solo allo studio del combattimento ma anche agli aspetti filosofici che generava.

Eccoti alcune riflessioni:

—–

IL CARATTERE: Una volta che hai un carattere, hai sviluppato un SISTEMA rigido. Il tuo comportamento è pietrificato, prevedibile, e perdi la capacità di interagire liberamente con il mondo e con tutte le tue risorse. Sei predisposto a interagire con gli eventi in un solo modo, cioé nel modo dettato dal tuo carattere. Sembra quindi un paradosso quando dico che la persona più ricca, la più produttiva, la persona creativa è quella che non ha un CARATTERE. Nella nostra società, noi ESIGIAMO che una persona debba avere un carattere, e soprattutto un «buon» carattere, perché così è prevedibile, può essere controllata, e così via.

——
La paura nasce dall’incertezza. Quando siamo assolutamente certi del nostro valore sia della nostra mancanza di valore diventiamo praticamente impassibili di fronte alla paura. La sensazione di non avere il minimo valore può diventare fonte di coraggio.

——
“Il vuoto mentale è uno stato di pienezza in cui la mente funziona liberamente e facilmente, senza la sensazione di un secondo specchio o di un ego che le sta sopra con un bastone.”

——
“Se farai un asino di te stesso, ci sarà sempre qualcuno pronto a cavalcarti.”

——
“Per cambiare, per diventare un’altra cosa, dobbiamo prima sapere cosa siamo.”

——
L’unicità di tutta la vita è una verità che può essere pienamente compresa solo quando viene eliminata per sempre la falsa nozione di un sé individuale, con un destino separato dal Tutto!

——
La vita è qualcosa per cui non esiste risposta, che dev’essere compresa di momento in momento: la risposta che potremmo trovare sarebbe inevitabilmente conforme allo schema di ciò che pensiamo di sapere.

——
Pensa al passato in termini di ricordo di eventi e risultati piacevoli, proficui e soddisfacenti. Pensa al presente in termini di sfide e opportunità, e di ricompense che otterrai con l’applicazione dei tuoi talenti e delle tue energie. Quanto al futuro, è un tempo e un luogo in cui ogni ambizione meritevole che possiedi sarà alla tua portata.

——
Per comprendere e vivere l’oggi, è necessario dimenticare tutto ciò che riguarda ieri. Muori continuamente a ogni esperienza recentemente acquisita, mantenendoti in uno stato di consapevolezza di CIO’ CHE E’

 

Anche questo fa parte delle arti marziali.


Andrea

Non voglio che mi guardi, non voglio che mi vedi – Il finger Jab agli occhi


Uno dei colpi proibiti nella competizione con i guantini è compire con le dita gli occhi sia accidentalmente che volutamente.

A tutti è capitato accidentalmente di ricevere un dito nell’occhio  e la sensazione di panico che da oltre alla caratteristica di limitare la visibilità per alcuni secondi se non si ha un danno figuriamoci se si è creato un graffio o un taglio.

Biu Jie (Finger Jab)

E’ un colpo con le dita diretto agli occhi. E’ un colpo a lancia, insidioso, come se fosse una stoccata di punta di coltello agli occhi.

Va eseguito principalmente con la mano avanzata per sfruttare al massimo l’allungo e mantenere la distanza.

La posizione di partenza è dalla guardia con le mani aperte e la stoccata viene eseguita con il passo in avanti e la rotazione del piede posteriore per aumentare la portata del corpo.

N.B. Il colpo può anche avvenire da fermi se l’avversario è molto vicino con la mano destra o sinistra dipende dalla nostra posizione e da quella del nostro avversario ma il movimento corretto del colpo è con il footwork.

E’ un colpo che può anche essere eseguito in combinazione perché ricordati che è un colpo shock per l’avversario ed è indipendente dalla forza fisica dell’avversario, fa male a tutti e blocca il sistema centrale. E’ un gesto tecnico di precisione non serve moltissima forza.

Ricordati che questo è un colpo che fa guadagnare molti centimetri che in fase di combattimento e difesa personale sono molto importanti.

Inoltre questo è un colpo molto insidioso e che disturba moltissimo perchè è inusuale e va a disturbare la visuale.

 

Le posizione delle dita possono essere diverse:

 

✔️ Con le dita della mano unite, si dividono da sole quando incontrano il naso. Le dita vanno leggermente ricurve non diritte per evitare che si pieghino in dietro

✔️ Con le dita della mano con indice e medio uniti e anulare e mignolo unito lasciando lo spazio in mezzo.

✔️ Con le dita della mano a lancia per un colpo preciso agli occhi

✔️ Con le dita della mano aperte ad artiglio

✔️ Con un oggetto a punta tenuto nella mano (chiavi, penna, ecc.)
Il finger Jab lo puoi tirare in diversi modi:

✔️ Diretto inside – Finger Jab inside lungo la linea centrale la via più breve come una stoccata di scherma, questo è il metodo tradizionale

✔️ Diretto outside – Finger Jab outside – è un colpo in uscita esterno a un colpo di Jab o Cross tagliando sull’avambracio dell’avversario e andando a colpire gli occhi

✔️ Paro e colpisco di Finger Jab inside, uno split entry di finger jab agli occhi

✔️ Paro deviando internamente e Finger Jab Outside agli occhi

✔️ Trapping Finger Jab

 

IMPORTANTE!!! Non devi mai fare caricamenti per non telegrafare il colpo. Deve essere un colpo fulmineo e preciso.


 Come devi parare il finger Jab.

Una cosa che non voglio vederti fare è mettere la tua mano in mezzo la tua fronte come si vede fare nei film.

La difesa dal finger Jab deve essere:

✔️una schivata

✔️una parata in abbassamento

✔️una parata in deviazione

✔️cercare di afferrare le dita al volo e mettere in leva ( se vuoi prova viene utilizzata nel Chin Na ma non credo che sia qualcosa di semplice e che funzioni realmente su attacchi fulminei di finger Jab)


PS. Come visto più volte durante gli incontri di UFC quando un avversario viene colpito per sbaglio agli occhi per quanto grande e forte e allenato, l’arbitro deve interrompere e dare il tempo di recuperare e se funziona con dei super campioni funziona su tutti.

Il primato nell’UFC è di Jon Bon Jones che a parte queste penalizzazioni è un grande campione.

PPS. In allenamento una cosa importante per allenare questo colpo è tenere le dita indietro e giocare a dare uno “schiaffetto” frontale leggere sulla fronte, eventualmente usate gli occhiali protettivi per proteggervi .

L’efficacia del dito nell’occhio tirato di Jab o di Cross nella difesa personale. Il colpo di dita è una tecnica di auto-difesa efficace.

Lo shock da solo ti dà il tempo necessario per scappare o impedire l’aggressore di portare a termine il suo piano di rapina o intimidazione. Un finger jab seguito da un calcio all’inguine vi servirà bene in circostanze disperate. Questa è una delle prime combinazioni che devi conoscere e che vengono spiegate nel Jeet Kune Do.

Con una formazione tecnica corretta è un buon allenamento, il tuo colpo di dita diventa  fulmineo come un serpente e molto preciso, ma oltre essere un rapido e preciso, la tua deve diventare una risposta istintiva in una situazione pericolosa.

Con mia grande sorpresa, però, ho scoperto che alcune persone che si dicono “esperti” che mi dicono e  sostengono che il colpo di dita agli occhi sarebbe inefficace come tecnica di autodifesa. Non sono d’accordo, guardate cosa succede nell’UFC quando non intenzionalmente ma come casualità un fighter riceve un dito negli occhi, l’arbitro è costretto a sospendere e dare tempo al fighter di recuperare. Attenzione!!! che hanno le unghie corte e già il danno in alcuni casi provoca graffi e ferite profonde che limitano la visuale.

Immaginate se avete un oggetto appuntito e colpite negli occhi o alla gola con la forza. Diventa molto pericoloso perché puoi renderlo cieco o lo potete fare soffocare.

Questo ti dà abbastanza tempo per colpire di nuovo o scappare.


In entrambi i casi, quell’occasione che hai creato con il finger Jab causerà una reazione istantanea, che permette di fuga o attacchi di follow-up. C’è un tempo a pugni, calci, gomiti, e Jab, devi capire quando piazzare questo colpo.
Il problema a colpire con un pugno in una rissa di strada è che la mano non è protetta dal guantone che ha la doppia funzione di proteggere la tua mano e anche il tuo avversario. La tua mano contiene piccole ossa che possono rompersi se si colpisce la fronte per caso o una parte dura del corpo.

C’è anche il problema che il vostro aggressore si aspetta che se reagisci utilizzi i pugni. E’ improbabile che si aspetti che utilizzi un jab con le dita a punta. Lo sorprendi e considera i centimetri che ti fa guadagnare soprattutto se usi la corretta biomeccanica del corpo unità al movimento dei piedi.

Il finger Jab ha la stessa meccanica di un colpo di Jab. In altre parole, si deve recuperare velocemente come qualunque colpo.

Il colpo di dita può essere eseguita anche in verticale, con il palmo verso il basso e palmo verso l’alto posizioni, proprio come un pugno. Allena al sacco questo colpo. Esegui degli esercizi rafforzare le tue dita come le flessioni sulle falangi fino a farle su due  dita, oppure colpisci il sacco con le dita.

Molti stili di arti marziali utilizzano questo colpo. In Jun Fan Gung Fu si chiama il Bil Gee Gee o Biu, a seconda della pronuncia. In Kali, Silat e Panantukan, è chiamato il Sungab (presto-abito). Chiamalo come vuoi ma la tecnica è efficace.

Qualcuno sostiene che è una tecnica complicata nella realtà, ma non è vero, è più semplice di un colpo, perché ci sono meno obiettivi da colpire, devi cercare solo gli occhi, in più è che è una questione psicologica perchè si associa al pugno a segno qualcosa di più efficace, può essere vero se hai un pugno con la potenza di Tyson, ma non vale per tutti di conseguenza l’arte marziale deve essere funzionale per tutti. Se sei 150 kg di muscoli non ti serve muovere bene il tuo corpo per tirare dei pugni devastanti diverso se ne pesi 65, di conseguenza se vuoi tirare forte devi imparare la tecnica correttamente, cosa che dovrebbe fare anche quello di 150 Kg ma non lo sente necessario perché vede già che con i suoi pugni di sposta di 10 metri quando ti colpisce.

Allenati a usare il finger Jab.

Non guardarmi negli occhi che sono timido e ti colpisco.

Andrea