La combinazione vincente, tira un bell’uno due.

Floyd_Mayweather_vs_Manny_Pacquiao

La più semplice combinazione che puoi fare è il Jab Cross o se vuoi chiamarla 1-2, ma come tirare la combinazione in questione è un must assoluto per tutti gli sport da combattimento e non solo, la combinazione per eccellenza insegnata dal primo giorno.

Molti veterani delle palestre vi diranno che il jab sinistro apre e la mano destra con il cross finisce.

Ps. Posso dirti dopo tanti anni in questo ambiente di fighter che sicuramente quello che dicono è giusto. Il pugilato è una scienza ma racchiude in una apparente semplicità dei dettagli necessari per farlo funzionare.

A livello di principiante, è possibile vincere con questa semplice combinazione qualsiasi sparring o match solo padroneggiando bene questa tecnica di 1-2 e usandola più e più volte ma se lo impari bene, in realtà potresti essere in grado di vincere anche un titolo mondiale solo tirando questa semplice combinazione di Jab Cross.

Ora il mio consiglio è, leggi ogni fase e pratica lentamente e individualmente in modo che ogni passo venga eseguito separatamente dal passo successivo. Solo dopo aver interiorizzato ogni passo individualmente, cominciate a praticarli insieme come un movimento fluido e concatenato.

Ps. Pratica davanti a uno specchio e se puoi filmati e riguardati!.

La combinazione uno due (1-2) ha tre semplici passaggi:

1. Jab con semispostamento  – Tira un colpo insidioso e “tagliente” con un leggero passo in avanti con il piede avanzato.

2. Fai scivolare il piede posteriore – Fai scivolare leggermente il piede posteriore per portare l’intero corpo in avanti verso l’avversario. Nello stesso tempo ll braccio del jab è tirato indietro per riprendere rapidamente la posizione di guardia. Importante deve essere simultaneo!!

3. La mano destra – Tira il cross con la mano destra in avanti mentre ruoti il piede posteriore, i fianchi e le spalle. Recuperare la mano destra rapidamente dopo il colpo.

Suggerimenti:

  • Mantieni gli occhi sul bersaglio, non guardare per terra.
  • Piega le ginocchia quando tiri il cross con la mano destra; Questo perché metti il peso del tuo corpo nel colpo.  “Porta il peso del colpo su di lui!”.
  • Il sollevamento del tallone destro, il piede destro che fa perno mentre si oscilla il tallone verso l’esterno e con il tuo polpaccio per spingere nella direzione del pugno aumenta la potenza del colpo. Il piede fa da perno come se tu stai schiacciando una sigaretta. La punta del piede destro deve essere nella linea di direzione del colpo. Ruotando il tallone, aggiungi potenza al pugno e ruotando i fianchi e lasciando andare la spalla in avanti a “spingere” aumenti la potenza del colpa. La sola rotazione dell’anca è ciò che aggiunge il massimo al potere.
  • Tieniti sempre in posizione per l’uno-due ogni volta che tiri il jab. Quando vedi la minima apertura, tira il cross con la mano destra. Con il tempo devi imparare a fare un rapido processo decisionale tra le fasi 2 e 3 per decidere se tirare o meno il cross con la mano destra. Impara a prendere decisioni al volo perché è molto meglio che provare a tirare la combinazione di 1-2 ogni volta.
  • Finta il jab prima di tirare gli uno-due.
  • Tira il jab, tira un altro jab e poi tira il cross con la mano destra. (Jab-jab-destra)
  • Tira il jab, fingi con la mano destra e poi tira il cross con la mano destra.

Ps. Se sei mancino è la stessa cosa ma specchiata anche se c’è una differenza sulla distanza perché siete a specchio anche come guardia.

Ora che hai imparato la combinazione 1-2, assicurati di usarla spesso in allenamento e in sparring perché è facile da imparare ma difficile da rendere efficace, queste è una combinazione che devi praticare finché non avrai più paura di tirarla ogni volta che vuoi.

Andrea

8 errori che fai quando sei al sacco pesante

Il sacco pesante è uno strumento utile e fondamentale se fai sport da combattimento su cui puoi eseguire una moltitudine di esercizi di ritmo/potenza e su cui ti puoi allenare da solo senza un compagno di allenamento, ma va usato con molta attenzione e non deve essere utilizzato in eccesso perchè può anche peggiorare le tue abilità di fighter.

Il motivo principale è perchè un over-training (questo è il termine esatto) su una sacco porta a sviluppare delle cattive abitudini.

Onestamente, come allenamento preferisco i pao e i focus pad rispetto al sacco e come consiglio l’allenamento al sacco deve essere una percentale di allenamento bassa perchè ci sono solo alcuni aspetti negativi e svantaggi nel fare il sacco per tutto il tempo.

Attenzione non voglio dire che non sia utile, anzi lo uso molto, ma con le dovute attenzioni.

Lo scopo principale di fare il sacco pesante è quello di aumentare la potenza dei tuoi colpi. Ok, le arti marziali e gli sport da combattimento è colpire duro, ma non è sempre colpire e non sempre duro. Le arti marziali e gi sport da combattimento richiedono anche colpi veloci, colpi combinati, colpi precisi e colpi in timing, colpi con il footwork e il sacco pesante non ti aiuta in tutti questi aspetti perchè ha delle limitazioni derivate dalla sua stessa staticità che non si sposano bene con alcuni aspetti del combattimento!

Ora non fraintendermi non dico che non serve, anche perchè non avrei speso tutti quei soldi per prenderne di diversa forma, dimensione e tipologia. Li uso e continuerò a usarli i sacchi pesanti ma ci sono almeno 8 motivi per cui colpire al sacco può danneggiare la tua abilità di fighter!

 

La guardia

Il sacco non risponde e così presi dall’enfasi dell’allenamento si iniziano a tirare i colpi fregandosene della guardia o perdendo il senso della poszione delle mani, oppure si sta fermi davanti al sacco a tirare scariche di pugni, oppure si colpisce senza far ritornare il braccio in guardia, non muovi la testa , non usi il footwork, ecc. Ci sono molti difetti possibili.

In sparring o combattimento le tue mani non sono i guardia correttamente, sei scoperto e ti riempono di botte, non schivi, stai fermo sulle gambe diventando un bersaglio, ecc. perchè il sacco non ti dice dove sei scoperto e non ti corregge.

Fatti aiutare da un compagno di allenamenti che sta dietro il sacco con un bastone di gomma o con un guantone e quando sei scoperto o dentro la misura dopo che hai colpito, ti tira una bastonata. Vedrai come impari in fretta!!. Anche qualcuno che ti tira pugni lentamente dopo che hai colpito il sacco ti aiuterà a mantenere la tua guardia in posizione.

L’equilibrio

Un altro problema comune nel colpire troppo il sacco pesante è lo sviluppo di un cattivo equilibrio. I principianti preferiscono concentrarsi troppo sulla potenza e colpiscono il sacco al punto che lasciano i loro piedi sollevarsi mentre camminano attorno alla borsa. Un altro errore comune è sconvolgente alla borsa e spingendo tutto il loro peso corporeo in ogni colpo, sorretti dal sacco.

Il rischio maggiore di andare oltre ogni colpo e di mettere troppa potenza è quando manchi il tuo avversario ti sbilanci. Se stai mettendo tutto il tuo peso in un pugno e ti manca il bersaglio è molto facile che perdi l’equilibrio e ricevi un colpo dal tuo avversario.

Devi imparare a colpire a vuoto con potenza senza perdere l’equilibrio, non devi stare in equilibrio solo se trovi il tuo avversario e lo usi come appoggio, non è così che funziona, devi scaricare tutta la potenza in un punto ma senza appoggiarti o spingere.

La migliore “cura” per questo è l’apprendimento della Shadow Boxing. Ogni buon fighter deve sapere tirare i colpi “pesanti” nel vuoto (colpire l’aria) senza perdere l’equilibrio.

Cattivo senso della distanza

Alcune persone non impareranno mai a controllare la loro distanza con il sacco pesante perché probabilmente sono troppo concentrate sul colpire forte. I due problemi comuni sono lasciare che il sacco si avvicini troppo e lasciare che il sacco sia troppo lontano.

  • Alcuni stanno vivino al sacco e iniziano a scaricare una mitragliata di calci e pugni come per spingerlo via.
  • Altri colpiscono il sacco talmente da vicino che potrebbero tirare delle spallate o andare in clinch.

Questo è un errore enorme! Non utilizzare mai questo approcci, se fai questo in una vero match, ogni volta è facile che vieni colpito.

Quanto al lasciare che il sacco è troppo lontano, questa è solo perché ti stai allenando “molle”. Non lasciare mai che il sacco oscilla troppo lontano da te, passi rapidi con un veloce lavoro a gambe, pianta i piedi e lo colpisci 2-3 volte prima di usciare dalla distanza e andare via.

Non entrare nell’abitudine “pigra” di aspettare sempre che il sacco viene da a te. Inizia a inseguire più spesso il sacco e giragli intorno per tenere la distanza corretta per colpire il sacco.

  • Se il sacco oscilla troppo, è necessario alleggerire i pugni o usare un sacco più pesante.
  • Se il sacco oscilla poco, allora significa che tocca aterra oppure è troppo pesante.

 Se non impari come mantenere la distanza e imparare la portata esatta del braccio e delle gambe, delle ginocchiate e del gomito, perderai tutte le lotte con i fighter che invece lo fanno.

  • Potresti incontrare un fighter che per qualche motivo ti sembra sempre fuori dalla tua portata, e tu sei sempre a sua disposizione ogni volta che colpisce.
  • Potresti notare che ogni volta che ti avvicini troppo al tuo avversario, continua a colpirti.

La ragione di tutto questo è perché ha un migliore senso della distanza, sa da che distanza ti colpisce e ti tira solo quando sei alla giusta distanza.

Sii consapevole della tua distanza. Cerca di non avvicinarti più al sacco di quello che devi per arrivare a colpirlo con il colpo che scegli. Questo ti fa anche comprendere meglio come usare le combinazioni di colpi.

Quando sei vicino al sacco devi abituarti a entrare mantenedo la guardia ed eseguendo la combinazione e rapidamente uscire fuori dalla distanza.

Quando il sacco viene verso di te assicurati di tornare indietro. Mantieni sempre la distanza. Quando il sacco oscilla via da te, fai i passi in avanti per raggiungere il sacco invece di aspettare che torni.

Ps. Ci sono degli esercizi di Muay Thai al sacco che sfruttano l’oscillazione con il colpo di incontro durante l’oscillazione ma ti sto parlando dell’utilizzo generale del sacco.

Pss. Ci sono esercizi in cui spingi il sacco, lo prendi in clinch, le dai delle spallate, lo spingi per farlo oscillare e ci giri intorno, ma sono esercizi specifici non è l’utilizzo tipico del sacco pesante, ti sto parlando di un utilizzo su colpi e combinazioni.

Lo sguardo e i Riflessi

Il problema numero uno che ho visto con i sacchi pesanti è che non sviluppano i riflessi nei fighter. Quello che succede è che sei un po ‘troppo comodo al sacco e inizi a prendere delle cattive abitudini. Perdere la messa a fuoco e togliere gli occhi dal sacco. Gli occhi iniziano a vagare oltre la il sacco per guardare altri combattenti in palestra o vagano allo specchio per controllare i propri pugni e calci. Alcune persone guardano il sacco ma non sono veramente concentrate su ciò che stanno colpendo.

Ti è mai capitato di fare sparring con qualcuno e continui a essere preso facilemnte da dei colpi dritti? Di essere colpito dagli stessi semplici colpi dritti più e più volte. Se questo sta accadendo a te adesso, probabilmente ti stai allenando troppo al sacco che non sviluppa nei tuoi occhi gli input dei colpi e delle finte che servono anche per cercare e sviluppare il movimento della tua testa e del tuo corpo. Rimani troppo fermo lasciano un bersaglio fisso. I riflessi sono bloccati.

Utilizza il sacco ma dalle due estremità metti un compagn di allenamento o il tuo allenatore con un bastone in gomma o dei guantoni. Hai bisogno di qualcosa che attira l’attenzione dei tuoi occhi, devi sempre restare vigile. Fai molto di più i focus mitt. Comunque sia, anche se usi il sacco da solo assicurati sempre di tenere d’occhio il sacco senza guadare in giro a caso e resta sempre in movimento. Quando il sacco è troppo vicino a te, spostati in modo da poterlo vedere bene. Non avvicinarti troppo alla sacco da appoggiare la testa. Tieni sempre il sacco nel tuo campo visivo.

Ps. Non guardare i pro nei video al sacco perchè quando lì filmano non stanno facendo vedere come si allenano veramente, è solo a scopo promozionale e giornalistico, non fanno vedere i trucchi su come si alleano te lo assicuro, e comunque non sai che cosa stanno allenando quindi non può essere un esempio di riferimento, fai molta attenzione a quello che vedi in YouTube e su internet.

Spingere il colpo

Molti pugili vengono trasportati dall’enfasi del sacco e cominciano a provare colpi il più forte possibile. Quello che succede è che cercano di far sì che il sacco oscilli il più possibile come se questo indicasse che il colpo è più forte spingendolo invece di colpirlo. Questo modo fa rallentare i tuoi colpi che sono impegnati a spingere il sacco ma questo modo rallenta anche il tempo di recupero del braccio e delle gambe che sono troppo occupate a cercare di spingere il pugno e i calci attraverso il sacco invece di tirare indietro il braccio immediatamente per riprendere la guardia.

In un vero match o sparring , il fighter inizia a fare proprio come fa sulla sacco e inizia a tirare pugni più lenti perché sta cercando di massimizzare la potenza. Le braccia non si ritirano così velocemente e comincia a restare scoperto per tutto il tempo perché sa solo come tirare pugni in spinta.

Il fatto di cercare sempre su tutti i colpi e per tutto il tempo il “colpo duro” è un errore e i pro non tirano tutti i colpi forti, ma solo quando serve e soprattutto non tirano i colpi in spinta se non volutamente. L’opposto di un colpo di spinta è un pugno.

Ps. Lo snapping è il colpo tirato di scatto che è molto più insidioso e più veloce. Quando la prendi in pratica, potrebbe non sentirsi come se colpisci duro poiché l’enfasi è più sulla velocità che sulla forza ma nel corso del tempo, se ti eserciti, imparerai a tirare velocemente e anche duro i colpi “pungenti”. Sono il tipo migliore di colpi e se non riesci a smettere di tirare i colpi in spinta, non sarai mai in grado di evolvere il tuo modo di combattere.

Il colpo forte va tirato quando serve!!

Bassa velocità

Il problema con il sacco pesante è che non esiste una vera enfasi sulla velocità. Ho visto molti fighter al sacco muoversi intorno e tirare tutti i tipi di colpi forti ma lenti con pigrizia perché il sacco non ti costringe a tirare ogni colpo con velocità.

Il richio è di abituarti a tirare i colpi forti ma senza precisione, velocità e enfasi, così nello sparring e nei combattimenti sei prevedibile perché i tuoi colpi non sono abbastanza veloci da superare la guardia del tuo avversario. Che senso avere pugni forti se non hanno la velocità per colpire il tuo avversario?

Utilizza il sacco ma con velocità per assicurarsi che il tuo corpo sia abituato e costretto a rispondere con pugni veloci e precisi. Metti delle tacche sul sacco, questo aumenterà anche la tua precisione el colpire!

Nessun Uppercuts

Molti fighter che trascorrono molto tempo praticando al sacco spesso trascurano l’uppercut!! La ragione più grande è perché non hanno un saco appositamente progettato che permette di praticare l’uppercut.

Ovviamente, avrai due pugni in meno nel tuo arsenale che il tuo avversario ha. L’uppercut è molto efficace nel rompere le guardie strette così è utile su avversari che amano spostare la testa con i movimenti dibob and wave quindi è imortante all’interno della tua gamma di colpi avere un buon uppercut allenato.

Quindi devi usare delle attrezzature che ti permetteranno di tirare l’uppercut o di esercitare il colpo con qualche compagno di allenamento o allenatore che ti tiene i focus pad per farti praticare. Se sei da solo, puoi comunque praticarli al sacco tradizionale tirando dei pugni più bassi con i gomiti piegati e le palme rivolte verso l’alto rispetto al sacco, quasi come se fosse un uppercut al corpo. Oggi vendono dei salamotti da legare intorno al sacco per tirare gli uppercut.

Proteggi le tue mani

Uno dei problemi più comuni che ho visto da sovra-allenamento al sacco pesante è avere le mani danneggiate o molto infiammate. Se tiri i pugni contro un oggetto molto resistente tutti i giorni, le mani si consumano! I muscoli della mano diventeranno contusi e infiammati e le tue ossa saranno indolenzite. Certo le ossa e il muscoli si adattano e induriscono nel tempo, ma devi dare il tuo corpo un po’ di riposo.

Una volta che tu danneggi la tua mano, ci vorrà molto tempo per guarire e non sarai mai in grado di tirare forte. Chiedi a persone più vecchie, vedrai come ti dicono di non trascurare le tue mani che con il tempo te ne pentirai. Naturalmente, ci saranno sempre persone che hanno ossa di densità più elevate, ma non utilizzare questa statistica rara come motivo per non proteggere le armi più importanti che hai. Se le mani non sono danneggiate possono incorrere altri problemi come i muscoli della spalla che riducono la tua agilità e la velocità dei colpi.

Ricordati che il sacco soprattutto se non è del peso corretto in proporzione al tuo peso ti restituisce sempre della forza che viene scaricata sulle tue articolazioni e muscolatura.

Fascia sempre le tue mani e inizia con dei colpi leggeri e aumenta la potenza man mano, scalda bene anche le tue mani.

Dai al tuo corpo il giusto riposo e recupero e fai altri esercizi per allenarti.

Quindi dopo tutte queste raccomandazioni non devo fare il sacco?.

Assolutamente no, lo devi fare ma con l’attenzione verso i dettagli di cui ti ho parlato. Tieni sempre sotto controllo questi aspetti e usa il tempo dell’allenamento per lavorare su altre attrezzature da fighter ,non c’è solo il sacco pesante!

Ora non voglio che ti preoccupi quando ti avvicini al sacco ma voglio che tu continui a lavorare al sacco pesante con più consapevolezza.

Se sei al sacco pesante da solo e non stai attento rischi di prendere delle cattive abitudini se non c’è nessuno a correggerti e questo non va bene.

Il sacco può darti un ottimo allenamento ma anche abitudini pericolosissime per il combattimento. Quindi cosa devi fare? Resta sempre sotto controllo e soprattutto usa il tempo per lavorare su altre attrezzature, non fare come quelli che passano ore abbracciati al sacco!

Andrea

6 modi per affilare le tue tibie

Shin Muay Thai

Il condizionamento delle tue tibie se vuoi calciare è qualcosa che non devi sottovalutare e che è necessario fare.

Lo diventa ancora di più se calci e pari senza protezioni.

Hai sicuramente visto metodi come tirare calci ai pali metallici o con il matterello battere sulle tue tibie a sangue, ma prima di distruttori le tibie, prendi in considerazione altre opzioni quando si tratta di condizionare le tue tibie.

Il mio obiettivo qui oggi è quello di farti restare nel mondo reale. So che desideri le tibie dure come l’acciaio così puoi calciare mazze da baseball dopo un paio di giorni di alineamento, ma  semplicemente questo non succederà.

Il condizionamento delle tibie nella Muay Thai e i metodi che ti voglio indicare non sono nulla di speciali o super hardcore, ma sono sicuramente i modi migliori e più efficaci modi per trasformare le tue tibie in armi affilate pronte per calciare con potenza ma se vuoi provare e cercare di buttare giù un albero di sequoia puoi provare ma tieni vicino un tuo amico per portarti al pronto soccorso.

Ora una cosa da cui devi partire ed è il primo consiglio dei 6:

1. Devi essere paziente, persistente, resiliente, resistente.

Questo è il mio consiglio per una tibia condizionata?. SI

Non devi avere fretta ma tanta costanza.

Che ci crediate o no, non vi è alcuna pozione magica che ti aiuterà a sviluppare tibie dure e durevoli. Non vi è alcun modo per evitare l’inevitabile dolore che viene dallo scontrandosi della tua tibia sulla tibia del tuo avversari o sul suo gomito durante le sessioni di sparring intenso.

Non pensare che basterà allenarti in questo per avere delle tibie come Buakaw anche dopo un allenamento costantemente per più di un anno.

Mi dispiace fartelo notare, ma le tue tibie se vuoi fare questo ti faranno male per un po’ e  ti devi abituare a questa condizione.

Al fine di ottenere delle tibie d’acciaio devi spendere un sacco di tempo andando a fare allenamenti mirati e una formazione specifica.

ma… NON DEVI AVERE FRETTA!!!

Devi sviluppare una mentalità calma, paziente, persistente e resistente perché questa è la chiave per trattare consapevolmente il dolore iniziale e il disagio che sarà inevitabilmente sentire quando si inizia a tirare calci.

Ora che hai capito che è necessario non avere fretta andiamo a vedere che cosa devi fare e che attrezzature devi usare per affilare le tue tibie.

ma ora insiamo con la parte fisica.

 

2. Calcio il sacco pesante … MOLTO !!! Anzi MOLTISSIMO !!!

Il sacco pesante deve essere lo strumento numero uno quando si tratta di temprare le tue tibie.

Attaccando a metodi di formazione di base come calci un sacco pesante è cruciale per gli stinchi condizionata.

Ci vuole tempo e una quantità folle di calci per gli stinchi a calcificare e indurire, ma alla fine sarà valsa la pena quando si è in grado di fornire calci corpo rigido che si rompono i tuoi avversari costole.

Senza contare che con il sacco pesante sarà anche migliorare la vostra tecnica e di condizionamento, come pure!

Se stai iniziando la tua formazione nella Muay Thai, usa un sacco pesante e fai almeno 100 calci per ogni gamba durante ogni sessione di allenamento e questa dovrebbe essere una parte obbligatoria nella tua routine, ma se vuoi farne anche 200 e te la senti fallo!. Ma non strafare le prime volte, ascoltati.

Dopo aver fatto il set di calci, le tue tibie ti faranno male, probabilmente bruceranno, questa è una buona cosa!

Con il tempo i nervi sopra le tibie iniziano ad attutire il dolore e non sarà piu così insopportabile, se fai questo allenamento in pochi mesi non sentirai più questa sensazione di dolore.

Inoltre i colpi al sacco pesante creano delle micro-fratture in stinchi che ricostruendosi su se stesse irrobustiscono la tua tibia che diventa più forte e resistente di prima.

Anche se sei un combattente esperto, la formazione al sacco pesante è ancora e rimane super importante e non deve essere mai trascurata. Se ti senti già con le tibie condizionate e desideri allenarti ancora, aggiungi più densità al tuo sacco pesante, quindi aggiungi altri capi, stracci, o tritato di mattirali più duri all’interno del sacco.

 

Muay Thai

3. Fare molto Sparring, MOLTO perché è qui che impari !!!

Lo sparring di muay thai è il modo migliore per condizionare le tue tibie e di testarle su un ring con un compagno di allenamento faccia a faccia.

Lo sparring è (o dè e essere) una parte importante del tuo allenamento, soprattutto se vuoi imparare realmente a rendere la tua arte marziale efficace indipendentemente se hai intenzione o no di salire sul ring e combattere.

A differenza di quanto si pensa ci sono diversi tipi di sparring che lavorano su aree differenti della tua formazione e non sempre serve fare sparring duro perché anche se è necessario potrebbe pregiudicare la tua preparazione e di conseguenza limitare la tua capacità di allenarti quotidianamente con efficacia.

Ora ci sono due tipi di sparring in particolare che devi fare quando decidi di cercare di migliorare il condizionamento  della tua tibia.

a) Sparring, con protezioni.

Se hai gia fatto sparring sai che anche con un calcio controllato se il tuo calcio viene parato di tibia o bloccato con un gomito, sai che fa male anche con para tibie spesse e di qualità.

Purtroppo, non c’è alcun modo per evitare questo dolore che fare e fare più e più volte fino a quando le tibie si abituatuano a questa sensazione. Anche dopo aver fatto numerose volte comunque fa male, ma non così tanto.

Oltre a fare sparring libero dove con il tuo compagno di allenamenti, senza alcuna combinazione predefinita, vi colpite, cosa che è anche una idea intelligente di allenamento per testate alcune tue combinazioni e le tue strategie. Fallo con più compagni di allenamento diversi e con caratteristiche fisiche e tecniche differenti.

TIrare combinazioni in allenamento che quindi implicano il controllo dei calci alle gambe o il blocco di calci low medi e alti aiuteranno non solo a condizionare le tue tibie, ma ti aiutare a costruire il tuo tempismo, a prendere le corrette distanze e lavorare sulla tua tecnica.

 

b) Sparring senza protazioni totale – cosa??, devo fare sparring senza attrezzatura, neanche i guantoni? SI prorio così!

Ora, non intendo che devi colpirti con potenza senza protezioni, quello che voglio che tu fai è di  giocare in giro per la palestra con il tuo compagno di allenamento in modo calmo, mano aperte in appoggio, tecnico, in modo da poter lavorare sulle tue combinazioni, sulle distanza, il clinch, proiezioni, ecc. senza preoccuparsi del dolore che viene anche da un calcio controllato.

Questo tipo di sparring è molto usato in Thailandia e vedrete fare questo anche quando non sono in palestra.

Dai un’occhiata a qualche sparring tecnico che si vede in Thailandia. Sebbene in alcuni video usano paratibie, ma di solito viene fatto senza.

Ps. Questo è per fare capire che se i pro thailandesi fanno anche questo tipo di allenamento sicuramente serve anche a te, quindi non serve sempre per sviluppare certe capacità di “lettura” del tuo avversario colpirsi pesantemente, perchè spesso in quel caos non capisci nulla e non porti a casa un vero valore aggiunto.

 

4. Prenditi cura delle tue tibie!

Dopo aver lavorato sul condizionamento delle tue tibie e ti vedo zoppicando per via del dolore non dare per scontato che guariscono da sole.

Sì chiaro alla fine si guarisce anche se non fai nulla, ma se vuoi accelerare il processo di guarigione in modo da poter iniziare a tirare di nuovo calci (e in cambio indurire le tue tibie sempre di più) allora devi cercare di studiare i metodi di guarigione e trattamento delle tue tibie.

Capita a tutti durante la formazione di avere un dolore così forte alle tibie che ti impedisce di calciare, questo chiaramente ti scoccia perché limita le tue possibilità di calciare, limita le tue possibilità di allenarti, quindi è fondamentale recuperare il più velocemente possibile.

Questo non riguarda solo le tibie ma anche tutte le parti del tuo corpo che praticando arti marziali è normale che siano dolorose e indolenzite quindi è importante che conosci e impari i metodi per recuperare il più velocemente possibile.

In Thailandia ci sono dei veri e propri specialisti in questa attività.

 

5. Pesistica e allenamento con attrezzi.

Al fine di sostenere le tue tibie le gambe devono essere sempre più forti, le ossa hanno bisogno di diventare più forti come la tua struttura muscolare.

Implementazione di sollevamento pesi esercizi come squat, affondi pesanti, salti box, e step-up, ecc. è un ottimo modo per aiutare non solo con la densità ossea, ma anche per aumentare la tua forza, la tua esplosività, e il tuo equilibrio generale.

Ci sono stati anche una serie di studi di ricerca condotti da università americane che sostengono che il sollevamento pesi aiuta a aumentare la densità ossea. Anche se i risultati non sono conclusivi al 100%, questi casi di studio fanno pensare che si dovrebbe fare un po ‘ di allenamento con i pesi per aumentare la resistenza ossea!

 

6. Nutrizione, aumenta le dosi di calcio e di vitamina D

La mamma ti ha sempre detto di bere latte che fa bene alle ossa?. Non dubitare dI quello che ti ha detto la mamma. La mamma era sempre ragione!

Ogni giorno il tuo corpo sta rimuovendo le vecchie, ossa croccante di sostituirlo con nuovi, quelli sexy.

Dal momento che le ossa sono in costante sviluppo ogni giorno della tua vita, è essenziale per avere una buona crescita che gli fornisci il giusto tipo di sostanze nutritive per aiutare il loro sviluppo. Il calcio è uno dei nutrienti chiave necessari, ma devi dargli anche il muratore che è la vitamina D, altrimenti il corpo non sarà in grado di assorbire il calcio di cui ha bisogno!

Fino a quando si mangia una dieta sana ed equilibrata, sTai consumando una congrua dose di calcio e vitamina D ma per aiutare lo sviluppo delle tue ossa Ti consiglio di usare alcuni integratori nel mix perché potrebbe essere una buo a idea se ti senti come se non si hai abbastanza nutrimento di quel tipo dalla tua dieta. Assicurarsi di essere sempre in giro 1000mg di calcio al giorno!

 

Ora hai qualche metodo e consiglio su come migliorare la resistenza e la capacità di colpire con la tibia.

Tempra le tue tibie al punto in cui non senti alcun dolore prenditi il tempo che serve e lavora duro.

Se fai lavoro di sparring, tiri calci al sacco pesante, e utilizzando gli altri metodi di condizionamento della tibia di cui ti ho parlato aumenti notevolmente la capacità di recupero dei vostri stinchi.

Ricordati che non esiste davvero una formula segreta per ottenere le tibie come Buakaw ma se si seguono i metodi sperimentati in precedenza, sarai gradualmente in grado di migliorare la tolleranza al dolore e ottenere delle tibie più dure e affilate per tirare i calci.

Devi essere costante, ogni giorno, persistente e sarà solo una questione di tempo fino a quando i tuoi avversari e compagni di allenamento tremeranno quando sentono i tuoi calci sul corpo!

 

Ora una breve parentesi sulla difesa personale.

Le parate usate nella difesa personale non sono quelle usate nello sport e sono studiate per andare a creare danni alle “armi” dell’aggressore. Non si tratta di parate passive ma di parate attive. Inoltre avendo le scarpe si ha la possibilità di avere un set di parate studiate legate al fatto che non sei scalzo.

Guarda queste immagini, e la parata interna di ginocchio, questa è una delle parate che vengono spiegate nel Jeet Kune Do.

Ps. Anche se nell’esecuzione del calcio c’è un errore tecnico che ha causato quello che è successo , Anderson Silva è un veterano dei ring e dell’ottagono, quindi non ha senso giudicare quello che è successo cosi perchè possono essere molte le cause e le traiettorie e una perfetta parata attiva con il ginocchio come è successo che può causare un incidente così da incubo. Nel frattempo è passato molto tempo dall’UFC 168 e Anderso Silva che è un grande campione è tornato a combattere.

image

 

La pillola del giorno 023 – Il focus sul Boxing Striking

Ci sono centinaia di colpi che puoi utilizzare, ma per coprire tutte le tecniche di attacco serve scrivere un libro (ci penserò).

Ma quello che voglio fare oggi è fornirti un focus sulle cose importanti che devi fare, qualunque colpo di pugno tu voglia tirare.

Ho messo le caratteristiche tecniche e tattiche che devi adottare, ho incluso le cose che ho trovato utili nella mia esperienza.

Non ho incluso i calci, colpi di gomito e ginocchiate perché voglio che ti concentri solo sui colpi pugilistici.

I CONCETTI CHIAVE CHE DEVI CONOSCERE E ALLENARE PER COLPIRE

  • Quando vai a colpire di pugno, tieni la tua mano opposta fino a proteggere il viso dai pugni contatore.
  • Rimani sempre rilassato.
  • Tieni il mento abbassato, nascosto.
  • Quando colpisci di pugno, tieni la spalla che tira il colpo attaccato al tuo mento, la spalla deve proteggere il tuo mento.
  • Colpisci con le nocche delle dita medio e l’indice.
  • Non lasciare il tuo pugno appeso, il recupero del colpo deve essere veloce ed è altrettanto importante che il tuo attacco veloce.
  • Non lasciarti troppo scoperti quando colpisci. Rischia il giusto.
  • Non telegrafare, non caricare i pugni.
  • Inserisci i tuoi pugni in combinazioni, quando possibile. Non colpi singoli
  • Varia il livello (altezza) dei tuoi pugni per aumentare l’efficacia.
  • Varia la potenza dei tuoi colpi. I colpi non devono avere la stessa potenza e velocità.
  • Ruota i fianchi coinvolti nel movimento il più possibile.
  • Regola generale, butta fuori l’aria al momento dell’impatto.
  • Chiudi il pugno forte al momento dell’impatto, no prima.
  • Strike quando sei nel raggio d’azione.
  • Usa gli angoli, un corretto gioco di gambe per misurare e guadagnare la distanza.
  • Usa i movimento (side to side) da lato a lato per impostare i tuoi attacchi.

Ora mentre ti alleni al sacco, ai Focus, ai Pao, fai vuoto o sparring concentrati su questi aspetti.

DEVONO DIVENTARE PARTE DI TE!!! 

Se me ne sono scordato qualcuno che uso o che tu usi e ritieni importante da inserire scrivimi.

image

Good training with you hand!!!

Andrea

6 esercizi top per migliorare i tuoi calci

Esistono molti metodi di allenamento per i calci ma sono sicuro che quello che tu utilizzi è l’allenamento al sacco pesante, il vuoto o le sessioni ai Pao.Ok molto bene!!!! ma è necessario se vuoi migliorare ancora di più nella sua esecuzione provare e fare questi 5+1 metodi di allenamento per migliorare i colpi con i tuoi arti inferiori.

Per tirare dei buoni calci è necessario allenarsi per costruire la forza nelle anche e rendere i muscoli che sostengono il vostro equilibrio più forti per farvi diventare un kicker più esplosivo e preciso.

Per fare questo eccoti 5+1 modi pronti per tesa inserire nei tuoi allenamenti.

Vedrai come il livello dei tuoi calci come velocità, esplosività, precisione e potenza crescerà. Questi esercizi ti fanno “sentire” come lavora la bio meccanica del movimento del Kick per tutta la sua esecuzione e scoprirai come alcune fasi sono fondamentali e se fai fatica significa che la stessa cosa avviene quando esegui il calcio a tutta velocità solo che non te ne accorgi, non lo percepisci ma tu…

STAI LIMITANDO IL TUO CALCIO!!!

Ora basta chiacchierare e iniziamo, non ti scoraggiare perché gli esercizi sono complessi e considera anche di aggiungere delle sessioni di stretching specifiche per le arti marziali.

 

1 – Calci Lenti

Si hai capito bene, devi concentrarti sul rallentare i tuoi calci che di solito tiri veloci.
Se facendo calci a scatto, non si estendono a tutta la vostra portata in velocità si rischia di danneggiare il ginocchio.
Invece, è necessario per il novanta per cento e non bloccare.
L’essenza del calcio è il rilancio ginocchio e il movimento/apertura dell’anca e poi immediatamente appena colpito la snapback o ritorno (questa fase è molto importante).

 

2 – Fai la pratica con ostacolo



Prendi una sedia o come riferimento un ostacolo e calcia con la gamba oltre la sedia o un ostacolo, mentre tu tiri un kick lentamente.
L’esecuzione va fatta lentamente e il tuo equilibrio, le posizione del tuo corpo della tua testa e la guardia delle tue mani devono essere nel posto giusto e tenere la posizione per un istante o qualche secondo.

Questo esercizio è molto utile e se vuoi puoi anche eseguirlo su un compagno di allenamenti andando a colpire i bersagli principali.
Allena i colpi di piede fondamentali.

Trovi qui sul blog un elenco di calci non li devi fare tutti perché alcuni sono poco spendibili per questo tipo di esercizio ma li hai una vasta scelta.

 

3 – Tieni disteso il tuo calcio

Estendi il tuo calcio e tienilo fuori più a lungo possibile.
Ti ricordi il film di Bruce Lee, ecco già allora ti stava spiegando un esercizio che puoi usare nei tuoi allenamenti
In secondo luogo, fai lo stesso esercizi ma tira più calci a scatto con la gamba tesa.
Quando hai un buon controllo è possibile tenere la gamba distesa ed estenderlo e ritirarlo a velocità ridotta e riportarlo in posizione.
Un’altro esercizio è ripetere l’esecuzione di più calci con la stessa gamba senza farla appoggiare nella posizione di guardia (tradotto non appoggiare il piede che colpisce a terra).

 

4 – Esercizio The Tree (L’albero

)

Modellato dopo il vostro equilibrio e costruisce la forza e la stabilità della “base”.
Fare questo ogni giorno dopo un breve riscaldamento e con alcuni semplici calci singoli.
Fai un calcio frontale, posteriore e laterale, esegui i calci lentamente ma senza mettere il piede a terra .
Una volta che riesci a fare questo con semplicità aggiungere lo snap, quindi un calcio con la “frustata” del colpo. Questa fase è di un livello più avanzato, prova ad andare a colpire con un calcio in avanti e poi lateralmente o dietro, ecc.

 

5 -Swinging con il tuo calcio circolare

Tira dei calci in stile Thai quindi come i tipici calci circolari nel vuoto senza un bersaglio o con un compagno.

Andare con lo swing e trasformare il vostro corpo normalmente, venendo rotondo e schiacciandoli con la gamba opposta.

Ripeti su una gamba fino a che la senti indolenzito dallo sforzo e dopo cambia gamba.

Entrambi i tipi di calci li puoi eseguire su sedie o ostacoli per costruire la forza e la capacità di piazzare i colpi di gamba dove vuoi che vadano.

 

6 – Thai Mouvement 

Il movimento del calcio nella Muay thai in realtà nasconde delle bio meccaniche “nascoste”
 . Se si osserva bene il calcio al momento dell’impatto a bersaglio la tibia diventa normale al punto di impatto per esprimere la massima potenza.

Per imparare questo movimento e sviluppare la struttura muscolare per eseguire questo movimento in maniera fluida e naturale devi fare molto questo esercizio.

Devi avere un compagno di allenamenti all’inizio ma con il tempo lo potrai fare anche da solo con un oggetto o un sacco.

Modo 1 – Appoggia la gamba un po’ piegata alla coscia del tuo compagno di allenamenti e lui con la mano afferra il tuo piede sostenendolo ora devi fare il movimento di rotazione del piede di appoggio e flessione della gamba con apertura dell’anca che sviluppa la potenza e in questa fase ruotare la gamba che “colpisce” ruotandola e portando la tibia a contatto con la coscia del compagno di allenamenti portandola in posizione normale alla coscia.

Modo 2 – È uguale al primo modo ma la gamba distesa la appoggi al fianco quindi un middle kick.

Modo 3 – Da solo con un sacco o altro. Per fare questo devo essere più allenato perché devi sostenere da solo la gamba ma eventualmente puoi usare un elastico o una corda ma all’inizio fai questo esercizio insieme a un compagno.

 

Good kicking my friends

Andrea USOMA