YawYan, la Muay Thai del kali filippino

Se segui il blog sai lo spazio importante che do allo studio e alla pratcia delle arti marziali filippine, una mia passione e quando ho scoperto la Yaw Yan (Filipino Kickboxing) è stato qualcosa di particolarmente intenso soprattutto quando sei un praticante di Muay Thai e trovi una forte interconnessione con un’arte marziale filippina.

Yaw Yan è un’arte marziale filippina hard-style che ricorda la Muay Thai e la San Shou.

Probabilmente è stato sviluppato da Arnis in quanto i colpi sono simili ai movimenti di Arnis/Kali/Escrima. Tipico di Yaw Yan è il suo movimento torsionale  dell’anca e lo spinning back fist (il pugno girato), così come il taglio verso il basso dei suoi calci, come il calcio dello scorpione. Yaw-yan si differenzia anche dalla Muay Thai perché i suoi praticanti possono tirare i loro attacchi dalla lunga distanza.

 

Yaw Yan Storia

Potresti pensare che quest’arte sia stata praticata per secoli ma in realtà il creatore di questo stile Napoleone A. Fernandez o “Master Nap” è ancora vivo fino ad oggi (2018).

Sviluppato nel 1972 da Napoleon A. Fernandez, Yaw Yan è un’arte marziale filippina hard-style che ricorda la Muay Thai e la San Shou, ma con molti calci come nel Taekwondo (circa un rapporto di 70-30 tra calci e pugni).

Napoleon A. Fernandez ha fondato e creato la Yaw Yan nel lontano 1972, solo 46 anni fa.

Fernandez era ossessionato dalle arti marziali, oltre alle varie arti marziali filippine, ha studiato Jeet Kune Do (J.K.D.), Karate, Eskrima, Aikido, Judo e il Jiu Jutsu (preferito).

Dai suoi studi ha deciso di combinare queste arti marziali e creare il miglior stile possibile per la struttura corporea media filippina.

Yaw Yan ha influenzato notevolmente la scena del kickboxing nel 1970 e successivamente nel 1990 la scena di arti marziali miste sia nelle Filippine che in tutto il mondo.

 

I colpi usati

È uno stile di combattimento a 8 punti di contatto che utilizza per colpire pugni, gomiti, piedi e ginocchia.

Il termine Yaw-Yan deriva da “SaYAW ng KamataYAN” che significa “Danza della Morte“.

Ci si aspetta che i praticanti di Yaw Yan “conducano la loro vita basandosi su ciascuno dei significati del sigillo Yaw-Yan“.

 

Il sigillo: il simbolo Yaw-Yan

Ancora un approfondimento sul significato del simbolo di cui abbiamo parlato già precedentemete che è stato spiegato bene anche dal Maestro Nap durante uno di quei raduni di discepoli avanzati nel vecchio tempio Yaw-Yan a Quiapo.

Il Maestro Nap sottolinea di condurre la nostra vita basandoci su ciascuno dei significati del sigillo Yaw-Yan.

Tutte le linee sul logo Yaw yan mostrano il principio di non resistenza di Yaw-Yan, quello che i praticanti di Yaw Yan comunemente chiamano “andare con il flusso“.

Le linee non opposte fluiscono in modo continuo e fluido, con gli altri o indipendentemente da sole.

Il primo cerchio nero più esterno è più spesso del secondo cerchio nero o delle altre linee.

Questo cerchio significa il potere infinito che abbraccia tutto l’essere, senza inizio e senza fine.

Questo cerchio esterno significa il nostro scudo, abbiamo giustamente affermato questo nel nostro credo “Dio è il mio scudo“.

Il secondo cerchio è bianco, inserito tra il primo cerchio nero più esterno e il secondo cerchio nero.

Questo significa segretezza.

Ognuno ha la sua debolezza e forza, i praticanti di Yaw-Yan non fanno eccezione a questo. Questo cerchio significa anche la nostra fede, quando affermiamo: “La fede è la mia guida“.

Il terzo cerchio è un altro cerchio nero; questo significa Organizzazione e Onore, l’organizzazione che lega tutti i fratelli e sorelle Yaw-Yan insieme. Dà il dovuto rispetto e obbedienza al nostro Gran Maestro, così come ai tuoi fratelli e sorelle maggiori.

Indirizzare il fondatore come “Master” e i tuoi fratelli e sorelle maggiori nell’arte come “Signore” e “Signora” rispettivamente. Ricordati di dire “poe “opo” e sii gentile con tutti, compresi i tuoi fratelli e sorelle più giovani nell’arte.

Questa tradizionale gerarchia all’interno dell’organizzazione, comune alle nostre usanze e ai nostri valori filippini, deve essere osservata in ogni momento.

Il cerchio blu, l’ellisse rossa e lo spazio bianco sono tutti direttamente collegati a questo terzo cerchio, questo per ricordare a ciascuno di noi che il tesoro più prezioso della vita più prezioso della vita stessa è il nostro onore. Quindi, diciamo nel nostro credo: “L’onore è la mia ricchezza“.

Ci sono 3 colori principali all’interno del cerchio nero che significa lo stesso significato della bandiera delle Filippine – Bianco per la pace che può anche significare verità o purezza, Rosso per coraggio, e Blu per lealtà.

Il bianco significa pace; copre i più grandi colori del rosso e del blu per ricordarci di essere sempre in pace e di vivere in armonia con gli altri. Il bianco significa anche verità o purezza; quando affermiamo – “La verità è la mia fortuna“, questo è il colore che mi viene in mente.

Il rosso significa coraggio e preparazione, sempre pronti per quello che verrà. Lo spazio che occupa sul sigillo rappresenta anche 40 calci di base. Questo colore ha una forma ellittica o eclissante.

Immagina questo per assomigliare all’albero di bambù delle Filippine – quando è giovane, si vanta di raggiungere il cielo, continua via via che cresce, ma gradualmente nel tempo mentre invecchia si piega umilmente in avanti.

Questo è lo stesso del processo di apprendimento comune non solo in tutte le arti marziali, ma nella vita in generale.

Il blu è sinonimo di lealtà e fedeltà, è vicino al rosso e occupa anche lo spazio accanto al bianco.

Lo spazio che occupa sul sigillo corrisponde anche ai 12 colpi di bolo.

Si noti che questo colore si trova su un cerchio rotondo umilmente più piccolo rispetto agli altri cerchi – dove è iniziato, continua senza fine. È direttamente collegato alla cerchia più grande, e significa fedeltà all’organizzazione.

I membri di Yaw-Yan sono fedeli alla fratellanza, all’organizzazione e al suo fondatore.

Quando sei diventato un discepolo avanzato, non ti è stata data una cintura che puoi facilmente toglierti dalla vita, ma un marchio indelebile che porti con te ovunque tu vada, a significare che sei parte del tutto.

Ci si aspetta che accettino volentieri il marchio di ferro bollente, rinunciando al tuo ego e alle tue paure, per impegnare la tua lealtà “Una volta Yaw-Yan, sempre a Yaw-Yan“.

I cerchi successivi indicano:

Infinito potere (il cerchio nero esterno), Segretezza (cerchio bianco tra il primo e il secondo cerchio nero) e Organizzazione e Onore (secondo cerchio nero), rispettivamente.

Quest’ultima rappresenta la tradizionale gerarchia all’interno dell’organizzazione, comune alle usanze e ai valori filippini, che deve essere osservata in ogni momento.

Il cerchio blu, l’ellisse rossa e lo spazio bianco sono tutti direttamente collegati a questo terzo cerchio, tutti ricordano ai praticanti di Yaw yan che il tesoro più prezioso della vita (più prezioso della vita stessa) è il loro onore.

Una delle loro espressioni è che “l’onore è la loro ricchezza“.

Tutte le linee curve e i colori – nero, bianco, rosso e blu … rappresentano la dichiarazione del credo – “Yaw-Yan è la mia arma“.

 

 
Yaw Yan Ardigma  e la sua tradizione e stile di vita

La Yaw Yan promuove molto la disciplina come la maggior parte delle arti marziali, e se non rispetto certe regole verrai allontanato dal Dojo e le regole si applicano sia nel dojo che lontano dal dojo. (Etichetta Yaw Yan)

  • Non bere  
  • Vietato fumare
  • Nessun gioco d’azzardo
  • Non provocare litigi
  • Ben curati e puliti (capelli legati, unghie tagliate, vestiti puliti)
  • Arrivando 10-15 minuti in anticipo
  • Cell-phone off (Inside Dojo) 
  • Nessun gioiello (Inside Dojo) 
  • Preparare il Dojo (aiutando con spazzare, sistemare tappetini, ecc.) 
  • Portare gli attrezzi necessari (guanti, imbottiture, ecc.)    
  • Tratta gli altri studenti / anziani con rispetto come si tratterebbe la tua famiglia
  • Fare sesso solo con il tuo partner importante e con moderazione

 

Che cosa è la Yaw-Yan?

Sembra un’arte cinese, i movimenti assomigliano leggermente a quelli di Thai-Boxing e Korea’s Tae-kwon-do, ma l’origine è strettamente filippina.

Yaw-Yan è considerato l’arte marziale più letale delle Filippine.

Il creatore riconosciuto della Yaw-Yan è il Grandmaster Napoleon A. Fernandez, originario della provincia di Quezon, egli stesso un imbattuto campione di All-asian e Far-East Kickboxing.

La parola Yaw-Yan deriva dalle due ultime sillabe di “Sayaw ng Kamatayan” che significa “Danza della morte”. Questo è un nome tosto adatto per quest’arte marziale filippina.

Lo stile di combattimento di Yaw Yan è estremamente aggressivo, la lotta in piedi è molto simile a quella della Muay Thai ma con meno intoppi e sottolineando maggiormente gli attacchi a lungo raggio e il ragionamento che sta dietro questo è che Yaw Yan è specificamente progettato per la media delle filippine .

L’ideologia del combattente di Yaw Yan è “La miglior difesa è il miglior attacco” .

Questo rende un combattente di Yaw Yan estremamente pericoloso, per non parlare del fatto che hanno anche calci piuttosto unici non usati nella maggior parte delle arti marziali.

Molti combattenti di Yaw Yan sono noti per la rottura di femori, costole o mascelle di combattenti inesperti alle tecniche di Yaw Yan.

Oltre allo stile di combattimento superiore del berserker, Yaw Yan si concentra anche su takedown e grappling che danno loro un vantaggio sulle arti marziali di tipo non grappling.

Secondo me questo stile di arte marziale ricorda più l’MMA della Muay Thai, contrariamente alla credenza popolare, una variazione più aggressiva / kick-boxing di MMA.

Contrariamente alla credenza più popolare, Yaw-Yan non è puramente un puro sport senza arti marziali. È un allenamento marziale completo con coordinazione corpo-mente e test di uno spirito indomito duraturo.

Oltre all’allenamento fisico, coinvolge anche le discipline mentali di concentrazione, concentrazione, prontezza, flessibilità, resistenza, velocità e continuità.

Gli studenti si allenano per un vero confronto e scontri reali – dentro o fuori dal ring.

I Discepoli Avanzati devono passare attraverso un rituale rigoroso di pratica e disciplina consistente in effettivi sparring a pieno contatto, colpire sacchi ed esercizi di flessibilità.

I gomiti (siko), le ginocchia (tuhod) e lo shin (lulod) sono utilizzati più o meno allo stesso modo della Muay Thai.

I praticanti di Yaw-Yan devono imparare 45 calci di base, i discepoli avanzati devono essere in grado di eseguire e applicare calci avanzati complessi che richiedono grande destrezza, flessibilità e maestria.

La maggior parte di questi calci avanzati è un calcio di “punizione” che sorprende sempre gli ignari avversari.

Yaw-Yan Back-kick, Yaw-Yan rovesciata stomp thrump rovesciato e i famosi calci a scorpione sono stati alcuni di questi calci resi popolari nel cinema nazionale dalle star d’azione Boy Fernandez e Rey Malonzo, entrambi esperti Yaw-Yan.

I praticanti di Yaw-Yan sono anche abili con armi a lama filippina come balisong e bolo. Le armi a lama sono semplici estensioni delle mani.

Gli attacchi dell’avambraccio, i gomiti, i pugni, i palmi e i movimenti delle mani combinati sono traduzioni a mano vuota delle armi a lama.

Ci sono 12 colpi di bolo che sono stati modellati dall’ Arnis/Kali/Escrima, l’arte armata molto usata nelle Filippine.

Questi colpi hanno un movimento fluido continuo simile al pugilato occidentale, ma incorporano l’arte di Arnis.

Il combattimento, il combattimento con la terra e il combattimento con i coltelli sono sempre stati una parte dell’arte marziale delle Filippine e sono sempre stati incorporati durante il periodo di pratica di Yaw-Yan.

Yaw-Yan è una trasformazione delle antiche arti marziali filippine e di uno sport di competizione moderna con un’enfasi elevata sulla praticità e sul confronto reale.

 

Il devastante “Mountain-Storm Kick”

Il mountain-storm kick è stato molto discusso come chi l’ha originato, anche su dove e quando è stato pensato, ma “il calcio di tempesta di montagna” Yaw-Yan è molte volte più efficace del calcio circolare del karate ed è molto efficace se non migliore del calcio circolare.

È un’esecuzione che a vederla è molto fluida e senza sforzo, in apparenza leggera da chi la vede, diverso è per la parte che riceve il colpo che non può credere al suo potere distruttivo.

Il mountain-storm kick sembrava simile al calcio circolare della Muay Thai tailandese, tranne per il fatto che la gamba è tirata verso l’alto e passava a tutta forza rapidamente con un continuo movimento di taglio verso il basso dello stinco mentre si torcevano i fianchi, anziché semplicemente attraverso la rotaione e apertura dell’anca.

Un “calcio di tempesta di montagna” accuratamente piazzato ha lasciato in molte competizioni la maggior parte degli avversari che lo hanno subito con dolori agonizzanti e molto spesso portati via a causa dell’incapacità di camminare.

I combattenti Yaw-Yan sono noti per aver spezzato il forte femore del loro avversario, se non le costole o la mascella, con un calcio di mountain-storm kick… un regalo sgradevole da custodire per tutta la vita.

YAW YAN
Per coloro che si sono presi la briga di notare, un nome è stato praticamente una costante nei tornei di arti marziali miste locali e nazionali: Yaw-Yan, abbreviazione di Sayaw ng Kamatayan o Dance of Death.
Il Yaw-Yan è entrato in risalto nelle Filippine negli anni ’70 quando i suoi combattenti hanno falciato molti avversari nei tornei di kickboxing.
Ad un osservatore poco attento o poco esperto, la Yaw-Yan potrebbe apparire solo un altro metodo di kickboxing simile alla Muay Thai, ma la percezione rinforzata dalla concentrazione sulle tecniche di calci (70-30 ratio di calci e pugni) e il tipo di pantaloncini da Muay Thai indossati dai praticanti di  Yaw Yan è principalmente per il comfort, non è per la moda.
È interessante sapere che le delegazioni di Yaw-Yan hanno partecipato a tornei internazionali di Muay Thai, come nel recente 3 ° World Muay Thai Championship a Bangkok, dando il massimo e ottoenendo degli ottimi risultati.
 
La magia che ha creato questa arte

Yaw-Yan è stato ufficialmente fondato nel 1972.

È uno stile di combattimento molto aggressivo e duro creato da Napoleon “Nap” Fernandez, nato nella provincia di Quezon otto decenni fa. Compirà 82 anni il 17 agosto.

Il suo primo insegnante di autodifesa fu suo padre, un mago di mestiere che non solo insegnò a suo figlio l’arte del prestigiatore, ma anche l’arte marziale giapponese del Jiu Jitsu a partire dall’età di sette anni.

Suo padre voleva che seguisse le sue orme e tirasse fuori i conigli dai cappelli ma è stato contagiato delle arti marziali che “lo ha morso duramente” ed è divenatato il percorso di tutta la sua vita e ha seguito quella strada da allora, scappando da casa quando aveva 13 anni.

Come il grande Bruce Lee, si può chiamare Fernandez un innovatore e iconoclasta.

Non si accontentò di interrompere il suo studio di arti marziali su jiujitsu. Gli studenti più anziani di Yaw-Yan ammettono di aver indossato un gi nel dojo e che avevano fatto lezioni di karate. Come il suo fondatore, il Yaw-Yan si è evoluto in quello che è ora – un sistema economico senza pretese che insegna ai suoi aderenti a colpire e colpire duramente.

Mani, gomiti, piedi, ginocchia sono impiegati per colpire.

Chi colpisce il più veloce e il più duro vince. 

Ps. Anche se per me vale sempre la regola che “Chi colpisce il più veloce e il più duro vince” ma la precisione batte la potenza e il timing batte la velocità.

Uno strumento preferito per aiutare i praticanti di Yaw Yan a fare questo è il sacco che colpisce il praticante di Yaw-Yan, la leggenda.

La maggior parte degli stili di arti marziali usano il sacco da boxe da boxe occidentale per abituare gli studenti a colpire. Prendi il solito sacco da box, togli la corda che lo sospende dal soffitto, moltiplicalo per 50 volte e hai la sacca che colpisce Yaw-Yan.

Anche il più forte degli attaccanti sarà scioccato a prima vista della sacca di allenamento che viene colpita dai praticanti di Yaw-Yan. Questo costringe i praticanti di Yaw-Yan a colpire duramente e con precisione. La rientranza sul lato della borsa testimonia le migliaia di colpi che ha ricevuto. Se una persona può farlo a un enorme sacco fermo, immagina cosa può fare quella stessa persona a un essere umano che pesa il 50esimo in meno.

Non era insolito fino a 10 anni fa che i club di arti marziali di Yaw Yan non venissero invitati e sfidassero altri club per le sessioni di combattimento. Sessioni di sparring a pieno contatto.

I club di Yaw-Yan hanno avuto la loro giusta parte di queste sfide e i veterani di Yaw-Yan si vantano ancora delle lezioni gratuite e umilianti impartite a quegli intrepidi avventurieri.

Ma una tale robusta tecnica di autodifesa dovrebbe essere accompagnata da un profondo rispetto verso l’altro e una grade responsabilità e integrità morale.Una disciplina non solo fisica ma anche nella vita.

Ancora oggi a 80 anni, Fernandez si allena ancora ogni giorno. Essere un credente in una buona alimentazione, preferendo frutta e verdura alla carne, aiuta a spiegare la sua salute e la sua longevità.

 

No Royalties per il fondatore della Yaw Yan

Forse immagini che il fondatore di un famoso sistema di arti marziali si sia arricchito con la sua creazione. Non è così e anche il BIR (Bureau of Internal Revenue) filippino attesterebbe le umili finanze di Fernandez.

Le scuole di tutto il paese che portano l’impronta di Yaw-Yan non pagano esattamente i diritti a Fernandez. Ha concesso la gestione completa della sua scuola in Bulacan a qualcun altro.

Con così tante scuole di Yaw-Yan in giro, alcune che possono anche essere derivate dalla sua diretta, come schegge dello stesso albero, Fernandez ha deciso di apporre il titolo di Ardigma (Arnis Mandirigma) a quelle che hanno il suo imprimatur.

Raccogliendo diverse tecniche da altre arti marziali e aggiungendo il suo, Fernandez ha creato qualcosa di unico da chiamare suo e che condivide con tutti gli interessati a impararlo.

Fernandez è davvero un artista. Non solo un artista marziale. È anche un illustratore e un pittore. È sia esperto nella distruzione e creazione. Può “riorganizzare” la tua faccia o disegnarla su tela.

 

Yaw Yan e i suoi gradi

A differenza della maggior parte delle arti marziali, la Yaw Yan non ha cinture per classificare gli studenti.

Sono le tue abilità sul ring che ti definiscono e ti fanno guadagnare riconoscimenti dal maestro e dagli altri studenti.

Mi piace molto questo concetto e personalmente lo preferisco rispetto al modo spesso usato per spillare più soldi dagli studenti” anche se tradizionalmente la maggior parte delle arti marziali aveva poche cinture a differenza di alcuni dojo al giorno d’oggi che riescono a spremere in 20 cinture fino ad ottenere la cintura nera.

Considero questo modo sbagliato e poco etico verso i propri allievi.

Per non parlare degli “artisti marziali” che si vantano di avere una “cintura nera” dopo un anno, come se la cintura nera fosse qualcosa di estetico da mostrare.

Anche se Yaw Yan non ha ranghi specifici, esiste una tradizione chiamata branding.

Il marchio è il sigillo dell’emblema Yaw Yan per dimostrare il vostro impegno nelle arti marziali e non si tratta di un tatuaggio ma è una vera marchiatura a caldo simile a quelli usati per marcare le mucche e avere l’emblema bruciato sulla pelle,una vera cicatrice!.

Alcuni Dojo ti richiedono di farlo se vuoi continuare ad allenarti mentre altri ti lasciano scegliere liberamente se desideri posizionare il sigillo sul tuo corpo.

Non si tratta di uno scherzo o di una tradizione non praticata e i per i praticanti è un segno di orgoglio, qualcosa che cercano e aspettano di ricevere con ansia.

 

Conclusioni

Credo che questa potrebbe essere una bella arte marziale da praticare per chi è appassionato di arti marziali filippine ma non solo, potrebbe essere un interessante spunto anche per chi pratica la Muay Thai.

Andrea

Sparring con il bastone

Eskrima Kali

Il combattimento con il bastone è qualcosa di incredibilmente divertente e sviluppa degli attributi che sono utili non solo nel combattimento con il bastone.

Se utilizzato correttamente, il bastone migliora le tue capacità di combattimento generale, e ripeto non solo nel combattimento con il bastone. Il Kali è propedeutico.

Forse la forma più efficace di combattimento con il bastone è stato sviluppato nelle Filippine anche se in ogni cultura e paese esistono forme di combattimento utilizzando il bastone.

Ma quello che è andato più in profondità sicuramente è il sistema di arti marziali conosciuto come Eskrima, Kali o Arnis.

Nel 1500, i conquistatori spagnoli armati di coltelli e spade hanno attaccato gli indigeni filippini che hanno combattuto utilizzando “sottili” bastoni di legno.

Il combattimento di bastone è ideale per le situazioni di autodifesa quando un aggressore brandisce un’arma perchè può aumentare le tua probabilità di sopravvivenza se combattendo “dietro” un bastone.

img_4421

LA POSIZIONE DELLA TUA MANO

Tieni il bastone lasciando uscire il bastone di circa tre dita (con la parte più lunga verso l’alto). Questo crea nel bastone un’arma con un “doppio attacco”. La parte principale è il lato più lungo che colpisce con forza dalla distanza e l’end point secondario è sotto il pugno che può essere utilizzato nella distanza stretta quando sei molto vicino nella distanza di close combat e la parte lunga del bastone non ha abbastanza energia per sviluppare un impatto distruttivo.

Non tenere il bastone troppo stretto per non sprecare energia e rendere i movimenti troppo rigidi.

Quando sei fuori della distanza di contatto, punta il bastone al volto del tuo avversario, questo distorce la percezione della profondità del bastone ma attenzione tienilo in posizione verticale quando sei più vicino per essere pronto a parare e contrattaccare.

img_0786

MOVIMENTO CONTINUO (figura a X e figura a 8)

Oscilla sempre il bastone a “disegnare” nel vuoto una ‘X’ o la forma di otto nel movimento, enfatizzando colpi orizzontali e verticali verso il basso che mirano a livello della clavicola.

La tua mano che oscilla deve essere nella parte anteriore della tua posizione di combattimento con la mano posteriore in guardia vicino al viso.

ATTENZIONE!!! Non tenere la tua mano viva in giro dove non serve a nulla.

Importante se il bastone è nella mano destra la gamba avanzata deve essere la destra e viceversa, questo per avere il massimo allungo nei tuoi colpi.

La stessa forma di movimento a 8 può essere invertita con una notevole enfasi sul movimento di recupero del cambio traiettoria volta a livello del tronco.

Oscilla il bastone anche con i movimenti del tuo corpo che iniziano dai piedi, dalle ginocchia, ai fianchi e continua attraverso le spalle e le braccia. Mantieni i polsi rigidi. Varia il tuo swing dalla figura-otto a movimenti orizzontale, movimenti indietro e in basso volti al livello del ginocchio, al livello medio e livello di testa. Cambia il ritmo e la velocità. Quando si lotta con i bastoni devi tenere sempre il bastone in movimento.

Studia gli angoli di attacco e le sue variazioni!!!

NON STARE MAI FERMO!!!!

Il movimento continuo è importante per i seguenti motivi:

  • Previene la staticità dalla tua posizione durante il combattimento migliorando il tuo footwork.
  • Aumenta la velocità complessiva dei vostri colpi.
  • Minimizza i tuoi movimento e elimina il telegrafare le tue intenzioni, soprattutto prima di colpire con il bastone.
  • Migliora il tuo tempo di reazione nella fase di difesa.
  • Si riduce al minimo l’esposizione della mano quando si combatte.
  • Si migliora in modo significativo il flusso offensivo di attacco.
  • Migliora la tua capacità di “nascondere” la tua reale distanza con il bastone quando è a portata di tiro per il tuo aggressore (fraintendere la distanza).

 

DOVE COLPIRE

Usa i tuoi attacchi continui, resta sempre attivo per cercare di colpire il tuo avversario in aree specifiche del suo corpo, come il lato della testa, il lato del collo, la clavicola, il lato esterno superiore del braccio, il gomito, la coscia, il ginocchio, ecc..

Se si tratta di difesa personale cerca di colpire i bersagli primari: occhi, gola, genitali.

Uno degli obiettivi più importante di queste aree del corpo da attaccare è la mano armata dell’attaccante, quando è possibile, usa il bastone per colpire la sua mano, costringendolo a perdere l’arma.

 

CONSIDERAZIONI

Combattere con un bastone, anche se rafforza le tue capacità offensive e difensive, presenta anche i suoi pericoli. Se perdi il bastone può essere usato contro di te. Devi ridurre al minimo la probabilità di perdere il bastone evitando ampie oscillazioni che compromettono la tua difesa e ti lasciano aperto per contrastare i colpi. Un duro colpo al corpo o alla testa può farti cadere il tuo bastone. Il movimento costante del bastone fa diminuire la probabilità che il tuo aggressore possa colpire la tua mano armata di bastone con un colpo diretto.

 

CATEGORIE STICK SPARRING

  • Bastone Singolo vs Bastone Singolo
  • Bastone Singolo vs Doppio Bastone
  • Doppio Bastone vs Doppio Bastone
  • Bastone Lungo (Stack) vs Bastone Singolo o Doppio Bastone
  • Regole nello stile Nguni

img_4424

PUNTEGGIO GENERALE NELLO STICK SPARRING (dipende dai regolamenti ma questo ti serve per allenarti con amici e dare un valore sui colpi):

  • Intercettazione – 5 punti
  • Distruzione – 4 punti
  • Attacco in combinazione – 3 punti
  • Feint Efficace – 2 punti
  • Attacco Singolo Diretto – 1 punto
  • Colpo Doppia (insieme) – 0 punti

 

POSIZIONI STICK SPARRING

In generale ci sono nove posizioni di combattimento con il bastone dove tu e il tuo avversario vi potete trovare:

  • Tu e il tuo aggressore siete in piedi.
  • Tu sei in piedi e il tuo aggressore è in ginocchio.
  • Il tuo aggressore è in piedi e tu sei in ginocchio.
  • Sia tu che il tuo aggressore siete in ginocchio.
  • Tu sei in ginocchio e il tuo aggressore è sdraiato.
  • Il tuo aggressore è in ginocchio e tu sei sdraiato.
  • Tu e il tuo aggressore siete sdraiati.
  • Tu sei in piedi e il tuo aggressore è sdraiato.
  • Il tuo aggressore è in piedi e tu sei sdraiato.

img_4423

I VANTAGGI DI FARE STICK SPARRING

  • Migliora la tua fiducia generale.
  • Migliora la tua velocità mentale e fisica.
  • Migliora il senso della posizione del tuo corpo.
  • Migliora il senso della tua posizione nello spazio dove ti muovi.
  • Aumenta la potenza dei tuoi colpi e del braccio.
  • Riduce al minimo i movimenti telegrafici generali nella vostra meccanica del movimento del corpo.
  • Migliora la coordinazione occhio-mano.
  • Migliora la capacità di adattarsi ad attacchi con le armi da angolazioni imprevedibili.
  • Affina e migliora la capacità di muoversi in combattimento.
  • Sviluppa e affina il tuo senso del tempo.
  • Ti insegna la distanza e la gestione della distanza.
  • Rinforza il tuo senso di riconoscimento del bersaglio.

 

Stick Sparring Bastone

Buon Sparring di Stick Fighting!!!.

Leggi! Studia! Applica! Condividi!

Andrea

 

 

 

Se puoi tienilo con te, il bastone espandibile (expandable baton)



Il bastone espandibile è un oggetto da difesa personale utilizzatissimo sia in ambito militare che in ambito civile con la caratteristica di essere compatto e all’occorrenza estensibile.

Solitamente è in acciaio solido per avere residenza e una forte capacità di impatto.

Ora tu mi dirai, “ma non posso andare in giro con un bastone nella borsa o in macchina?”.

Lo so la legislazione Italiana non permette il trasporto di questo strumento e che ti sembra strano andare in giro con un bastone anche se compatto ma non devi neanche diventare una vittima, diventa consapevole della tua sicurezza personale.

Perché ti dico questo?.

Sempre più spesso si sentono notizie di aggressioni a automobilisti o aggressioni senza un reale motivo. Avere con te un oggetto del genere può essere un grande vantaggio.

Capisco che qualuno, sentendo questo discorso, potrà dissentire e il mio non vuole essere un invito a girare armati di bastone telescopico, ma è importante che nasca un dibattito su alcune tematiche perchè il cittadino che rispetta le regole è disarmato mentre chi delinque si munisce di molti strumenti senza contare del grande vantaggio che hanno che è il fattore sorpresa perchè nessuno ti invia un “appuntamento” per aggredirti.

Per ovviare a questo sono nati prodotti “nascosti” che svolgono la stessa funzione come l’unbreunbreakable walking stick umbrella.

La società ti ha educato che non devi portare con tè oggetti per difenderti perché esistono delle forze dell’ordine che tutelano la tua persona ma se ti minacciano la realtà è che in quel momento sei solo.

Un bastone telescopico estensibile è uno strumento di auto-difesa potente e intimidatorio ed è una delle migliori armi di impatto disponibili. Ti permette di avere il vantaggio della sorpresa e della distanza.

I bastoni, chiamati anche manganelli telescopici, manganelli retrattili, bastoni, manganelli di acciaio tattici, manganelli metallici o manganelli sicurezza sono la stessa arma non letale usato dalla polizia, la sicurezza, e il personale militare in tutto il mondo.

Uno dei motivi per cui sono così popolare è perché ti danno un pó di distanza, colpiscono duramente e sono efficaci a fermare un aggressore in una situazione pericolosa.

Inoltre è uno strumento intimidatorio, e la maggior parte dei criminali capisce e conosce come queste armi sono potenti ed efficaci, e di solito tornano indietro quando ne vedono uno perché sanno che possono procurarsi dei danni.

Il bastone espandibile in mano a un esperto può essere usato in diversi modi:

  • Come strumento intimidatorio,
  • Come strumento di impatto, utilizzato per colpire,
  • Può essere usato per bloccare,
  • Per eseguire controlli e leve articolati.

Per ottenere l’apertura del bastone è sufficiente muovere il polso rapidamente per espanderlo alla sua dimensione completa. Ancora più semplice se il gesto lo fai verso il basso sfruttando la forza di gravità.

Ora se non puoi portarlo in giro perché la legge te lo vieta sicuramente puoi tenerlo in casa.

Si tratta di uno strumento molto efficace ma credo che tu debba tenere a mente che se lo porti in giro sei passabile di denuncia.

 

L’UTILIZZO DEL BASTONE ESPANDIBILE

Ora se ne hai acquistato uno, prima di utilizzarlo leggi attentamente questo piccolo manuale tecnico e operativo. L’uso pratico deve essere coerente con la legge e istruzioni per l’uso.

Il bastone non deve essere utilizzato da qualcuno, che non ha familiarizzare correttamente con l’uso di questo bastone. Il bastone espandibile è destinato all’uso di polizia di tutti i giorni (uso professionale). Non è legale per il trasporto civile.

 

COME SI APRE IL BASTONE ESPANDIBILE

1. Afferrare il testimone fortemente in mano dalla superficie impugnatura in gomma.

2. Sharply Flick il testimone in direzione verso il basso orizzontale o poco abbastanza veloce per espellere il testimone e di causare il blocco dura coni finali di tubi. Il più veloce si apre il testimone, il più forte che detiene in posizione aperta, ma in seguito potrebbe essere più difficile chiuderla. Non aprire mai il testimone volta a terze persone!

3. Ricordati che quando si utilizza il testimone devi farlo sempre sotto controllo o sapendo quello che fai. I colpi diretti con il testimone diretto contro una testa, viso, collo o organi vitali possono essere potenzialmente letali.

4. Se in caso di errato apertura del testimone o eseguendo una tecnica difensivi del testimone (la punta) si chiude e rieseguire il movimento di apertura per completare l’apertura del bastone.

 

COME SI CHIUDE IL BASTONE ESPANDIBILE
Per chiudere, semplicemente sbattere la bacchetta verso il basso su una superficie dura come il pavimento o un tavolo (vedere il nostro breve video di dimostrazione).

Per facilitare il rilascio dei coni bloccati si consiglia di sbattere un po’ la punta del bastone su un terreno solido. Quando si chiude il testimone tenerlo solo con il pollice e l’indice e lasciare che il suo peso diretto perpendicolarmente al terreno. Non tenere saldamente in mano chiuso dal momento che in tal caso il testimone, spesso non è diretto perpendicolarmente! Quando crollare il testimone dalla rapida rotazione senza eccessiva forza colpire la punta verso il basso con un movimento verticale contro una superficie dura, piatta e se la superficie più liscia possibile. La rapidità  dello movimento è qui più importante della forza!

ATTENZIONE!! Durante il processo di chiusura il testimone colpisce per il suo forte potere di questa superficie e potrebbe causare il danneggiamento. Fallo su una superficie morbida o elastica, come pavimenti in legno o moquette, non libera bloccaggio di coni finali.

Un consiglio, non chiudere mai su una superficie sporca (ad esempio sabbia o polvere), per evitare la contaminazione all’interno del testimone. Non chiudere il testimone ritirata il tappo guida della molla. Dopo aver rilasciato i tubi non è necessario martellare la bacchetta nel manico in gomma, in quanto vi è il rischio di danneggiare le superfici.

 

ALTRI UTILIZZI

Oltre ad essere utilizzato come arma, ma anche tornare utile e possono essere utilizzati per:

  • rompere le finestre,
  • rompere il vetro di sicurezza che circonda recinzioni estintore,
  • rompere il vetro o il parabrezza di un auto,
  • rompere la leva porte aperte per ottenere l’ingresso ai veicoli o strutture.

IN COMMERCIO NE ESISTONO DI DIVERSI TIPOLOGIE CHE VARIANO PER:

  • Lunghezza
  • Trattamenti
  • Punta terminale superiore e inferiore
  • Con luce
  • Colore

Chiaramente le ho inserite come ordine di importanza.

La lunghezza è qualcosa di fondamentale io personalmente li scelgo con la lunghezza più simile possibile al bastone da eskrima per avere una lunghezza simile ma sicuramente se cerchi qualcosa di più compatto è meglio una lunghezza inferiore.

Trattamento, questo è una aspetto importante perché incide sulla qualità del bastone. I bastoni non trattati si rompono dopo pochi colpi piegandosi. Quindi è vero che in commercio ne esistono a basso costo ma il loro valore come potete vedere dalla immagine sotto li rende praticamente usa e getta.

Punta terminale, c’è ne sono di varie forme più tondeggianti a quelle più spigolose, dipende l’impiego. La stessa cosa vale per la punta alla base del manico.

La luce ti serve per illuminare un’area buia ma puoi anche usarla per puntarla verso gli occhi di una persona, considera che anche chiuso il bastone telescopico è una arma simile a un Kubotan con un efficace potere percussivo.

 

Il colore: personalmente scelgo il nero perché è meno visibile ma se cerchi anche un gusto personale oggi in commercio li puoi trovare anche colorati ma non è un aspetto fondamentale.

Il prezzo di un bastone telescopico può variare dai 20 euro (cinesate) fino agli 80-100 euro.

Ps. Come hai visto non ho volutamente citato le versioni a molla perché ritengo che perdano di efficacia e di controllo. La molla fa perdere la traiettoria nel movimento e perde di impatto.

Anche se il maggior punto di impatto e con la punta se hai fatto stick fighting sai come sia facile che per pochi cm si colpisca con la parte appena sotto la punta ma se provi a colpirti (esclusa la punta) con un bastone telescopico a molla scoprirai che non fa così male, e se è vero che in una possibile parata la punta potrebbe flettendo la molla andare a colpire il bersaglio lo ritengo un utilizzo sbagliato del bastone come concetto.

Utilizza il bastone espandibile rigido! non ti consiglio di usare quello a molla.

Presto ti spiegherò come può essere usato perchè comunque pur essendo uno strumento “semplice” necessita di una formazione per un utilizzo corretto e contestualizzato alla difesa personale.

Andrea

Come scegliere il bastone da Kali / Eskrima

functional-kali-3

Come scegliere il bastone da kali o se vuoi il bastione da stick fighting per il combattimento con il bastone è qualcosa che di semplice ma si tratta di una scelta che però richiede consapevolezza.

I bastoni possono variare per:

  • lunghezza
  • diametro
  • forma
  • materiale
  • peso
  • estetica

In base al tipo di impiego a cui è destinato devi scegliere il tipo di bastone, come per esempio training, combattimento sportivo, difesa personale, ecc.

Tipologia di stick per il Kali/Arnis/Escrima

Il bastone è l’arma più comunemente utilizzata per cominciare l’apprendimento del Kali Filippino o se vuoi chiamalo Escrima ed è in rattan (chiamato “olisi”, “yantok” o “baton” o “baston” a seconda dello stile), lungo all’incirca quanto il braccio del praticante, con una lunghezza di circa 70 cm ma può avere delle piccole variazioni.

La lunghezza standard dei bastoni é di 70 cm, perché simula il machete che ha quella lunghezza media, quindi se acquisti dei bastoni verifica la lunghezza che sia all’incirca di 70 cm.

La scelta del rattan è importante perchè rispetto ad altri legni non crea scheggie che possono “graffiare/ferire” il tuo compagno di allenamenti durante le sessioni di training.

Altri bastoni usati per l’allenamento possono essere fatti con legni più duri e resistenti del rattan ma ultimamento sono comparsi anche bastoni d’alluminio o realizzati in plastiche molto resistenti.

Wenge-Escrima-font-b-Rattan-b-font-Sticks-Kali-Sticks-Eskrima-Kali-Arnis-FMA-font-b

La scelta del materiale del tuo bastone deve essere fatta in base al peso e all’utilizzo che ne devi fare, vediamo alcuni esempi:

Bastoni in rattan – sono tra i più leggeri di molti altri bastoni per l’escrima ed è preferito da molti professionisti. Il legno è meno denso e altamente shock assorbente. Sono bastoni che difficilmente possono infliggere danni seri con un colpo rispetto a bastoni di legno più pesanti e più densi. Per questo motivo, bastoni del rattan sono ideali per scopi di formazione o sparring. Sono quelli tradizionali e tra i più utilizzati, se studi kali/eskrima non possono mancare nella tua borsa. C’è ne sono di semplici o con serigrafie con simboli e loghi tradizionali. Si tratta di bastoni leggeri e resistenti. Essendo un bastone leggero risulta molto veloce.

Rattan Stick

Bastoni in iron wood – molto duri e pesanti per questo deriva il nome legno di acciaio, sono bastoni da difesa personale o comunque per fare davvero male perché ogni colpo rompe. Permettono un lavoro di potenza anche se è un bastone che si muove più lentamente ma con un grande potere di impatto. Non usatelo in allenamento con altri bastoni in rattan perchè distruggete il bastone del vostro compagno di allenamento.Bastoni Kamagong, spesso definito anche “ironwood”, sono fatti da legno estremamente duro che è lucidato per essere il più liscio e pesante come il marmo. Questi non sono un tipo di bastone da utilizzare per l’allenamento quotidiano, sono bastoni molto belli e molto più costosi del bastone medio da kali. Se siete un praticante serio considera di comprarti un paio di bastoni kamagong da utilizzare per occasioni speciali come un test o una dimostrazione. Utili anche per allenarsi visto il peso ma non sempre per evitare infiammazioni ai polsi.

Ps. Non usatelo in allenamento con altri bastoni in rattan perchè distruggete il bastone del vostro compagno di allenamento.
5444212_orig

Bastoni in legno – Non te li consiglio per le schegge, se vuoi utilizzali sulle gomme per allenarti ma se non hai altri bastoni.

eskrima_gongsauwong

Hickory Stick sono ideali per l’utilizzo nell’escrima per due motivi. Sono fatti da un legno duro denso che li rende molto efficaci per tirare colpi dannosi ma il legno ha anche abbastanza elasticità per assorbire i colpi in uno scambio. È questa capacità di assorbire la pressione dai colpi che rende hickory stick una scelta preferita anche per fare i manici di ascia e di una mazza.

Bahi Stick, è il bastone preferito di molti puristi dell’escrima perché sono fatti da legno preso dal centro di un tipo di Palma indigena nelle Filippine. i bastoni di Bahi sono anche densi e resistenti, queste caratteristche li rende un bastone versatile ed efficace per l’uso nella pratica di escrima.

rattan+sticks

Bastoni in alluminio – Molto leggeri per prendere confidenza con figure ma li sconsiglio.

Bastoni in Nylon – Leggeri e molto resistenti ma non li consiglio

Bastoni in gomma – Per gli allenamenti di sparring “senza protezioni”. Un attrezzo necessario per testare le tue capacità in sicurezza.

IMG_0150IMG_0151

 

 

Il diametro del bastone:

Può variare in base all’impiego del bastone (allenamento, competizione, difesa personale) e in base al peso che vuoi che abbia.

Se ti alleni alle gomme devi usare un bastone standard o pesante per fare anche un condizionamento neuro muscolare ma se fai sparring è meglio usare un bastone leggero quindi di diametro molto piccolo per avere un bastone leggero che non fa danni al tuo compagno di allenamenti.

 

La forma del bastone può essere:

  • Circolare che è quella standard e la più utilizzata.
  • Esagonale molto più rara (Edge Stick).

TipIMG_0152stickLa scelta del bastone è personale ma la cosa che consiglio soprattutto per chi pratica competizioni è di utilizzare sempre lo stesso bastone con il peso e diametro per avere la massima “abitudine”.

Questo sia per gli sparring che per gli allenamenti alle gomme, ecc.

Diverso per quanto riguarda la difesa personale in questo caso varia moltissimo i bastoni utilizzando anche quelli non standard sia come lunghezza, peso e diametro perché devi abituarti a utilizzare qualunque cosa che assomiglia a un bastone perché difficilmente andrai in giro con bastone da kali nella tasca. Quindi prova a usare anche manici di scopa spezzati e interi, ecc.

Come trasportare i bastoni:

  • Borse da palestra con apposito vano
  • Borse a tracolla per coppia di bastoni con tracolla
  • Borse a tracolla per portare molti bastoni e armi differenti

IMG_0154-0IMG_2173 Bastoni coltello custodia

Personalmente utilizzo l’ultima per avere la possibilità di portarsi in giro o nella sala della lezione diversi bastoni e armi varie per l’allenamento ma per un principiante va bene anche portarlo nella borsa o avere la sacca per una coppia di bastoni.

Buon allenamento!!

Andrea

Stick Eskrima Weapon